Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Poliziotto accusato di omicidio colposo: detenuto si suicida, doveva essere controllato sui monitor

Polizia Penitenziaria - Poliziotto accusato di omicidio colposo: detenuto si suicida, doveva essere controllato sui monitor


Notizia del 25/04/2013 - TORINO
Letto (2048 volte)
 Stampa questo articolo


Detenuto si suicida impiccandosi in cella, poliziotto avrebbe dovuto controllarlo dal monitor.

Si era impiccato alle sbarre della sua cella nel carcere di Torino l’11 luglio 2010 ed era morto tre giorni dopo in ospedale. Ora per il suicidio di Antimo Spada, esponente minore del clan dei casalesi, è a processo un agente di Polizia Penitenziaria di 40 anni, che quel giorno era di turno nella sala monitor.

L’accusa, sostenuta dal Giancarlo Avenati Bassi, è di omicidio colposo perché per i 20 minuti in cui Spada aveva messo in atto il suicidio, pur essendo in un reparto ad alto controllo (era depresso da tempo e aveva già tentato di togliersi la vita), nessuno era intervenuto. Oggi in aula l’ispettore della polizia giudiziaria che si è occupata delle indagini ha ripercorso quei minuti attraverso i fotogrammi estrapolati dalle registrazioni delle telecamere della cella: alle 16.00 Spada ha scritto alcune lettere alla madre e alla sorella, poi alle 16.34 ha iniziato ad armeggiare con le lenzuola del letto, le ha agganciate alla porta della cella e si è impiccato. Solo alle 16.54 - secondo le indagini - si vede il primo poliziotto che entra nella cella e lo soccorre.

Secondo l’accusa gli operatori avrebbero dovuto monitorare costantemente i monitor e accorgersi prima di quanto stava avvenendo. L’imputato, assistito dall’avvocato Oreste Verazzo, ha sempre negato ogni addebito. La madre e la sorella di Spada si sono costituite parte civile.

Adnkronos

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE PIEMONTE
Statistiche carceri Regione Piemonte







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

6 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

7 Il pericolo radicalizzazione nelle carceri italiane

8 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

9 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook

10 L’origine dei tatuaggi e l’implicazione del carcere