Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Poliziotto accusato di omicidio colposo: detenuto si suicida, doveva essere controllato sui monitor

Polizia Penitenziaria - Poliziotto accusato di omicidio colposo: detenuto si suicida, doveva essere controllato sui monitor


Notizia del 25/04/2013 - TORINO
Letto (1969 volte)
 Stampa questo articolo


Detenuto si suicida impiccandosi in cella, poliziotto avrebbe dovuto controllarlo dal monitor.

Si era impiccato alle sbarre della sua cella nel carcere di Torino l’11 luglio 2010 ed era morto tre giorni dopo in ospedale. Ora per il suicidio di Antimo Spada, esponente minore del clan dei casalesi, è a processo un agente di Polizia Penitenziaria di 40 anni, che quel giorno era di turno nella sala monitor.

L’accusa, sostenuta dal Giancarlo Avenati Bassi, è di omicidio colposo perché per i 20 minuti in cui Spada aveva messo in atto il suicidio, pur essendo in un reparto ad alto controllo (era depresso da tempo e aveva già tentato di togliersi la vita), nessuno era intervenuto. Oggi in aula l’ispettore della polizia giudiziaria che si è occupata delle indagini ha ripercorso quei minuti attraverso i fotogrammi estrapolati dalle registrazioni delle telecamere della cella: alle 16.00 Spada ha scritto alcune lettere alla madre e alla sorella, poi alle 16.34 ha iniziato ad armeggiare con le lenzuola del letto, le ha agganciate alla porta della cella e si è impiccato. Solo alle 16.54 - secondo le indagini - si vede il primo poliziotto che entra nella cella e lo soccorre.

Secondo l’accusa gli operatori avrebbero dovuto monitorare costantemente i monitor e accorgersi prima di quanto stava avvenendo. L’imputato, assistito dall’avvocato Oreste Verazzo, ha sempre negato ogni addebito. La madre e la sorella di Spada si sono costituite parte civile.

Adnkronos

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE PIEMONTE
Statistiche carceri Regione Piemonte







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

2 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

3 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

4 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

7 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà

8 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

9 Boss mafiosi nella stessa cella e a colloqui con le loro famiglie nello stesso momento: così impartivano ordini dal carcere di Padova

10 Carcere di Salerno: detenuti si lanciano olio bollente, Agente ferito con arma da taglio, telefonino e chiavetta usb


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Gratteri, Ardita, Stati Generali... fino ad oggi sono state ignorate tutte le proposte di riforma della Polizia Penitenziaria ...il 2018 sarà l’anno buono?

3 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

4 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

5 In ricordo dell’assistente capo Salvatore De Luca

6 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

7 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

8 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

9 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

10 Videoconferenze tra DAP e periferia: ogni tanto una buona notizia