Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Poliziotto assolto da accusa di violenza sessuale: nei guai invece finisce il medico per evasione della detenuta

Polizia Penitenziaria - Poliziotto assolto da accusa di violenza sessuale: nei guai invece finisce il medico per evasione della detenuta


Notizia del 03/01/2017 - LECCE
Letto (4042 volte)
 Stampa questo articolo


C’è il nome di un medico di Casandrino (in provincia di Napoli), cioè del paese di residenza della “mantide” Rosa Della Corte, 31 anni, nell’inchiesta sulla sua evasione del 23 agosto di due anni fa dal carcere di Lecce e terminata ad Anzio il 5 settembre con l’arresto dei carabinieri. 

E’ l’inchiesta del pubblico ministero Stefania Mininni che segue due strade diverse: quella che contesta al medico il falso ideologico è stata stralciata e trasmessa per competenza alla Procura di Santa Maria Capua Vetere, per verificare se è vero che segnalò condizioni di salute gravi ma non rispondenti al vero - questo è il punto di vista dell’accusa - della madre della detenuta, contribuendo così a farle ottenere il permesso premio di sei giorni da farle trascorrere nella casa dei genitori.

L’inchiesta sui fatti che sarebbero accaduti a Lecce è invece arrivata al capolinea. Ed oltre alla “mantide” che sta scontando 18 anni di reclusione per l’omicidio del 4 aprile del 2003 del fidanzato Salvatore Pollastro, l’avviso di conclusione delle indagini è stato notificato anche ad una sua compagna di cella: Elena Ferrante, 42 anni, di Palermo (difesa, come la Della Corte, dall’avvocato Carlo Gervasi): risponde di sostituzione di persona in concorso con la Della Corte. 

L’ipotesi accusatorie le contesta di essersi prestata ad eludere la disposizione del magistrato di Sorveglianza di Lecce che aveva previsto il visto di controllo sulla posta della “mantide”: una lettera ricevuta dalla Ferrante il 7 febbraio del 2015 da un detenuto napoletano arrestato il 18 marzo del 2014 con l’accusa di aver rapinato la banca Monte dei Paschi di Siena di Tricase (9.500 euro, il bottino), avrebbe avuto come reale destinatario la Della Corte.

L’evasione è contestata alla sola Della Corte. Per quella fuga con un cuoco 28enne di Muro Leccese, che non risulta indagato per favoreggiamento. Come non è finito nei guai con la giustizia il rumeno che era in sua compagnia il giorno dell’arresto.
Risponde inoltre di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale perché avrebbe sia cercato di colpire con uno schiaffo una sovrintendente della Polizia Penitenziaria che prospettato di spaccare la cella ad un’infermiera professionale per costringerla a cambiarle terapia.

Archiviata invece l’inchiesta avviata grazie alla denuncia sporta pochi giorni dopo il rientro in carcere, dopo le due settimane di evasione: puntò il dito contro un poliziotto penitenziario, accusandolo di avere cercato di violentarla poco prima di Ferragosto.
Pende intanto il ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo per sostenere che le celle delle diverse carceri d’Italia in cui è stata detenuta sarebbero state troppo piccole.

quotidianodipuglia.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

2 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

3 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

4 Agente penitenziario arrestato per intralcio alla giustizia e falso nel carcere di Milano San Vittore Francesco Di Cataldo

5 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

6 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

7 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

8 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente di Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza. Sposato, con tre figli, era in servizio nel carcere di Padova

2 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

3 Il Messaggero: stanziati fondi per rinnovo contratto polizia, dovrebbero essere circa 100 euro a regime

4 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

5 Congedo programmato e malattia

6 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

7 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

8 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

9 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

10 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale