Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Poliziotto ferito, cancello sfondato, cella distrutta a Pisa: detenuto aveva già minacciato il medico

Polizia Penitenziaria - Poliziotto ferito, cancello sfondato, cella distrutta a Pisa: detenuto aveva già minacciato il medico


Notizia del 05/04/2016 - PISA
Letto (1118 volte)
 Stampa questo articolo


Alta tensione nel carcere di Pisa, con un poliziotto penitenziario ferito, una cella distrutta, un cancello sfondato. Protagonista un detenuto italiano,  che due mesi fa aveva sequestrato e minacciato il medico del carcere pisano.

La denuncia è del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE. Il resoconto delle giornate di follia è affidata a Pasquale Salemme, segretario regionale SAPPE della Toscana: “Siamo davvero alla follia. Lo stesso detenuto che aveva sequestrato e minacciato il medico del carcere il 22 gennaio scorso, evidentemente confortato dalla sostanziale impunità di cui ha goduto per la sua incredibile e ingiustificata violenza, sabato pomeriggio ha aggredito proditoriamente e senza alcuna ragione un poliziotto penitenziario in servizio, al quale sono stati dati 7 giorni prognosi. Non contento, una volta bloccato e portato in isolamento, ha distrutto tutta la cella rendendola inagibile. Messo in un’altra camera di detenzione, solo dopo essere stato accontentato e aver ricevuto la visita del Magistrato di Sorveglianza si è calmato. Ma non è tutto! Poco fa, sempre il solito detenuto -  italiano di 49 anni, con fine pena 2026 per essersi reso responsabile di una serie di reati tra i quali spaccio di stupefacenti, furto, rapina, ricettazione ed altro -, dopo aver sfondato il cancello con la branda, ha tentato di aggredire alcuni poliziotti penitenziari! Basta. Il personale è stufo di tutto ciò e dell’impunità di questo soggetto!”

gonews.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

3 Due Agenti della Polizia Penitenziaria delle scorte soccorrono una bambina in preda ad una crisi epilettica

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

7 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

8 Seminfermo di mente e pericoloso omicida fuge da REMS: è il terzo caso in poche settimane

9 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

10 Grappa artigianale preparata dai detenuti nel carcere di Bologna


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

3 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

4 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

5 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

6 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Accreditati 320 euro di bonus . Ora si attende il Decreto per le funzioni direttive a marescialli e ispettori

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino delle carriere: analisi dei contenuti del parere favorevole del Consiglio di Stato