Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Poliziotto non curato e sbeffeggiato da dottori e infermieri: "hai dato manganellate ieri"

Polizia Penitenziaria - Poliziotto non curato e sbeffeggiato da dottori e infermieri:


Notizia del 02/05/2014 - ROMA
Letto (3630 volte)
 Stampa questo articolo


«Vi siete divertiti ieri a picchiare in piazza, sapete fare solo quello!». L’affronto ai poliziotti che durante l’ultima guerriglia romana, il 12 aprile, erano stati «caricati» dai manifestanti dopo la piazza sarebbe continuato nelle corsie di un ospedale, l’Aurelia Hospital. «Tu hai dato delle manganellate?», avrebbero insistito due sanitari mentre l’assistente capo trasportato in codice giallo al pronto soccorso - colorito giudicato «cadaverico» e dialettica «confusa e sgrammaticata» - dopo aver pensato che il mondo si fosse improvvisamente capovolto ha infine firmato per le dimissioni anticipate contro il parere medico.

I fatti, oggetto di indagini del commissariato Aurelio guidato da Fabrizio Calzoni dopo la denuncia dei diretti interessati, si riferiscono a domenica 13 aprile, il giorno successivo alla manifestazione dei movimenti per la casa, black bloc e blu bloc, che hanno trasformato in un inferno le strade della Dolce Vita, via Veneto e piazza Barberini, armandosi tra le altre cose di bombe carta e bottiglie rotte. Di lì a poco sarebbe scoppiato il caso dell’agente «calpestatore» di una ragazza a terra che il capo della polizia Pansa ha poi giudicato «un cretino», mentre i soliti noti, guerriglieri di professione, rilanciavano online segnalazioni di presunte violenze.

A.R., il poliziotto trasferito col contingente a Roma proprio in occasione dell’evento del 12 aprile, ha accusato il malore l’indomani mattina all’interno dell’hotel in cui era alloggiato. Perdita dei sensi, confusa reazione alle domande, tutti pensavano a un collasso e si decide di chiamare il 118, che comunque arriva senza medico.

’ingresso in ospedale è in codice giallo che, tutti sanno, implica un’indifferibile urgenza nelle cure sanitarie. Invece l’agente, come si legge nel resoconto fornito dai poliziotti che lo hanno accompagnato, «viene parcheggiato in un corridoio di passaggio per oltre 50 minuti», poi la situazione precipita alle prime visite dei colleghi. «Voi che indossate la divisa siete dei maleducati e prepotenti», avrebbe risposto uno dei sanitari di turno ad uno degli agenti in divisa che - vedendo vuoto lo sportello informazioni - si era «avventurato» lungo il corridoio chiedendo di A.R.

Passa mezzora, altra infermiera, plateale: «Esca, vada fuori, il poliziotto sta facendo la Tac, ecco un altro che approfitta della divisa, prepotente!». Seguirebbe l’incredibile commento sulle manganellate, che il paziente-agente attribuisce a due infermieri i quali, notati i pantaloni d’ordinanza, gli si sono avvicinati: «Vi siete divertiti ieri a picchiare in piazza! Tu hai dato le manganellate?». Non va meglio neanche col medico di turno, la dottoressa F.B., con cui finalmente - dopo circa 3 ore di attesa e un contingente in partenza per Pesaro da riorganizzare - riesce a parlare: «Digli ai tuoi capi di stare calmi perché qui comando io e di non essere maleducati con le infermiere», spiegava rifiutandosi più volte di informare i colleghi sulle condizioni di salute («solo a te o ai familiari») nonostante l’esplicito consenso di A.R.

Infine, alle 13.23, l’agente firma per lasciare il pronto soccorso contro il parere medico. All’Aurelia Hospital questi fatti non risultano, l’ospedale si dice comunque disponibile a fare chiarezza partendo dall’ascolto della versione dell’agente.

ltempo.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

4 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

5 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

6 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

7 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!