Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Poliziotto penitenziario aggredito con lametta da detenuto di Ravenna

Polizia Penitenziaria - Poliziotto penitenziario aggredito con lametta da detenuto di Ravenna


Notizia del 20/06/2012 - RAVENNA
Letto (2280 volte)
 Stampa questo articolo


Agente di Polizia Penitenziaira aggredito da un detenuto del carcere di Ravenna con una lemetta. Il poliziotto ha riportato anche una frattura al gomito.

L’aggressione si e’ consumata ieri pomeriggio intorno alle 17, con spintonamenti e minacce con lamette alla mano. La vittima e’ un agente penitenziario in forza al carcere di Ravenna, l’assalitore un detenuto tunisino. Il detenuto voleva uscire dalla cella in orario non consentito e al rifiuto dell'agente lo ha spinto violentemente, scaraventandolo a terra. 

L’agente ha riportato la frattura del gomito e la sua prognosi e’ di 30 giorni. L’episodio violento di ieri pomeriggio riporta in primo piano le condizioni delle case circondariali. A Ravenna il sovraffollamento è superiore al 100%, perche’, a fronte di una capienza di 56 unita’, vi trovano posto 127 carcerati. 
 
Nel 2011 nel carcere di Ravenna ci sono stati 2 ferimenti e 4 colluttazioni, a fronte di un totale regionale di 49 ferimenti e 238 colluttazioni, con in testa la Dozza di Bologna (4 e 184). Seguono Modena (0, 22), Forli’ (0, 7), Parma (2, 4), Piacenza (2, 2), Reggio Emilia circondariale (0, 3), Reggio Emilia Opg (12, 12), Rimini (26, 0), Castelfranco Emilia (1, 0).
 
I dati li fornisce Giovanni Battista Durante, vice segretario generale aggiunto del sindacato autonomo di Polizia penitenziaria (Sappe), che segnala che a Ravenna “i posti disponibili sono esauriti e se ci saranno altri ingressi, molto probabilmente, gli arrestati dovranno dormire per terraA cio’ si aggiunge la carenza di personale do Polizia Penitenziaria. Sarebbe intanto opportuno procedere all’immediato trasferimento del detenuto responsabile dell’aggressione e, con le prossime assegnazioni, mandare a Ravenna almeno dieci agenti per rinforzare l’organico”. 
 
Anche il resto della regione non se la passa meglio, se e’ vero che mancano 650 unita’ a livello di organico e che i detenuti sono 1.500 in piu’ rispetto a quelli previsti. “Al 31 maggio i detenuti presenti erano 3.884, per una capienza di 2453.

E’ necessario rinforzare l’organico, inviando almeno 200 agenti in regione, con le prossime assegnazioni di luglio”, conclude Durante.
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

10 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

6 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”