Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Poliziotto penitenziario arrestato a Milano: forniva documenti falsi a stranieri senza permesso di soggiorno

Polizia Penitenziaria - Poliziotto penitenziario arrestato a Milano: forniva documenti falsi a stranieri senza permesso di soggiorno


Notizia del 09/12/2013 - MILANO
Letto (3393 volte)
 Stampa questo articolo


Un agente di Polizia Penitenziaria di Ossona è stato arrestato lunedì mattina dai carabinieri del comando provinciale di Milano insieme a due fratelli di origine egiziana. I tre sono accusati di far parte di un’associazione per delinquere finalizzata a fornire documenti falsi per garantire la permanenza in Italia di cittadini extracomunitari privi di permesso di soggiorno. Le indagini sono nate dopo che alcune persone, che vivono nella zona di Magenta e Abbiategrasso, avevano raccontato ai carabinieri della stazione di Magenta di avere pagato fino a 5mila euro per essere regolarizzati, senza però ottenere i documenti promessi. Dagli accertamenti è risultato che almeno 200 persone si sono rivolte ai tre arrestati per avere il permesso di soggiorno. Un giro di affari che ammontava a circa 500mila euro.

TRUFFA – Le prime indagini sono partite nel 2009, proprio da Magenta. Durante normali controlli, i carabinieri avevano fermato alcuni egiziani che, alla richiesta di fornire i documenti, avevano presentato permessi di soggiorno e altra documentazione falsa, spiegando che era stata fornita loro dai due fratelli egiziani, di 40 e 29 anni. I due, entrambi clandestini, vivono a Marcallo con Casone e lavoravano saltuariamente come muratore e imbianchino. L’agente, invece, è un 49enne che vive nel Magentino.

LE NORME - Nel 2009, il governo aveva emesso il pacchetto anticrisi, in cui rientravano anche le misure per regolarizzare le badanti e altre tipologie di lavoratori. E i tre complici facevano credere di agire proprio nell’ambito di questo provvedimento. Tuttavia, le procedure di assunzione e i documenti F24 che loro fornivano ai clandestini erano solo fittizi. Non era fittizio, invece, il denaro che i tre incassavano: da 1500 a 5 mila euro in contanti. Ora devono rispondere dei reati di associazione a delinquere e falso finalizzati alla permanenza sul territoro di immigrati clandestini, per trarne profitto.

milano.corriere.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

9 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

7 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”