" />

  Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Poliziotto Penitenziario si suicida con pistola ordinanza in casa: lavorava nel carcere di Saluzzo

Polizia Penitenziaria - Poliziotto Penitenziario si suicida con pistola ordinanza in casa: lavorava nel carcere di Saluzzo


Notizia del 12/09/2014 - CUNEO
Letto (5190 volte)
 Stampa questo articolo


I due figli e la moglie lo stavano attendendo in auto, avevano deciso che oggi, giorno libero dal lavoro e dal clima ancora mite, l’avrebbero trascorso tutti insieme al mare ma qualcosa è andato storto. Qualcosa si è in ceppato nella mente di Alessandro Bruno - 44 anni, assistente della Polizia Penitenziaria nel carcere di Saluzzo ma residente a Cuneo -, che questa mattina, poco dopo le 7 e 30 si è sparato un colpo alla testa. A trovarlo riverso sul divano in una pozza di sangue, con la pistola di ordinanza in mano ed agonizzante, è stata la moglie che ha immediatamente chiamato i vicini e quindi il 118 e la Volante.

Purtroppo per Alessandro non c’è stato nulla da fare, una giornata che doveva essere all’insegna della spensieratezza, si è trasformata in tragedia, per la sua giovane moglie ed i suoi tre figli. Cosa sia scattato nella mente di Alessandro, è difficile da stabilire, forse qualche problema legato al lavoro lo turbava e questa mattina i pensieri negativi hanno avuto il sopravvento, fino a condurlo al gesto estremo.

Verso le 7 e 30 la famiglia Bruno era pronta per partire per il mare, erano già tutti in macchina – mancava solo il terzo figlio che li attendeva alla stazione ferroviaria di Cuneo – quando Alessandro ha detto di aver dimenticato il cellulare e con questa scusa è risalito in casa. Doveva metterci un attimo e poi partire per il mare, invece Alessandro non è più uscito dalla sua abitazione, lasciando la famiglia, gli amici ed i colleghi con molti dubbi e domande alle quali dare una risposta.

“L’assistente Bruno si trova presso le camere mortuarie dell’ospedale Santa Croce di Cuneo – spiega il dirigente delle Volanti Luigi Chilla – e non sarà eseguita l’autopsia, visto che la dinamica della sua morte è tragicamente chiara”.

Intanto il carcere di Saluzzo, dove Alessandro Bruno lavorava presso l’ufficio contabile, ha aperto un’inchiesta interna per verificare se il motivo che hanno spinto il giovane assistente al suicidio, si trovi rinchiuso tra quelle mura.

targatocn.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PIEMONTE
Statistiche carceri Regione Piemonte







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Dimezzata la Banda musicale della Polizia Penitenziaria: lo prevederebbe decreto collegato alla manovra finanziaria

2 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

3 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

4 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

5 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

6 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

7 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

8 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

2 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

3 Congedo programmato e malattia

4 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

5 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

6 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

7 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

8 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

9 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?

10 I richiami e le ipocrisie dell’Europa sulle carceri italiane