Aprile 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2018  
  Archivio riviste    
Poliziotto penitenziario ucciso da collega durante la sentinella: Cassazione lo riconosce Vittima del Dovere dopo 36 anni

Polizia Penitenziaria - Poliziotto penitenziario ucciso da collega durante la sentinella: Cassazione lo riconosce Vittima del Dovere dopo 36 anni


Notizia del 07/05/2017 - PISA
Letto (8111 volte)
 Stampa questo articolo


Un riconoscimento che arriva 36 anni dopo una tragedia. Quella della morte di  Alessio Volterrani, raggiunto da un proiettile mentre faceva la sentinella. Furono inutili i soccorsi. «E’ una vittima del dovere – dice Andrea Bava, legale della famiglia Volterrani – Il colpo partì accidentalmente dal mitra di un collega, che lo raggiunse senza lasciargli scampo durante il cambio della guardia alla casa circondariale di Pisa dove stava prestando servizio come agente della Polizia Penitenziaria». Era il 12 luglio del 1981, quando si consumò la tragedia.

Oggi, 36 anni dopo, la sentinella Alessio è ufficialmente una vittima del dovere. L’ha riconosciuto, in via definitiva la Cassazione con una sentenza che, come dice l’avvocato Bava che ha assistito la famiglia nel percorso giudiziario, «potrà essere un riferimento utilissimo per molti tutori delle forze dell’ordine». 

Ma com’è arrivata questa vicenda davanti agli ermellini? Il fratello dell’agente morto, qualche hanno fa ebbe modo di informarsi sull’impegno dell’associazione nazionale «Vittime del Dovere» che è seguita, appunto, dall’avvocato Bava e sulla nuova normativa del 2005 che amplia le casistiche di riconoscimento (retrodatandole fino al 1961) assimilandone i profili a quelli delle vittime del terrorismo. Così i Volterrani contattarono il legale con studio a Genova – che ci ha illustrato il caso – ed iniziarono la battaglia. Il primo grado è del 2013 e il pronunciamento del tribunale di Pisa si concluse con la condanna del Ministero dell’Interno all’inserimento del militare deceduto tra le vittime del dovere ai fini dei benefici assistenziali ai familiari. Sentenza confermata in appello nel 2015 e impugnata dal Ministero davanti la Suprema Corte. In sede di giudizio di legittimità è stata accolta la tesi dell’avvocato Bava stabilendo che il riconoscimento non si configura solo in presenza di eventi eccedenti il rischio ordinario, ma è sufficiente la sussistenza del nesso tra rischio e attività di ordine pubblico (contrasto alla criminalità e nella vigilanza a strutture civili e militari): come nel caso della sentinella Volterrani. Ora scatteranno oltre 200mila euro per l’evento morte ed i benefici mensili agli eredi.

lanazione.it

La Corte di Cassazione equipara le vittime del dovere alle vittime del terrorismo e della mafia

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

2 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

3 Arretrati a Forze dell''Ordine, bidelli e docenti: ecco data ufficiale e importi

4 Altra incredibile follia della Amministrazione: camorrista ergastolano in cattedra alla scuola di Polizia Penitenziaria di Cairo.

5 Forze Armate e di Polizia: ecco cosa prevede il contratto di Governo Lega-M5S

6 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

7 Direttore del Carcere di Bergamo Porcino va in pensione:I miei 40 anni con i detenuti

8 I radicali difendono la Direttrice di Poggioreale:Pessimo il servizio delle Iene. La cella zero non esiste più

9 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato

10 Caso Cucchi, carabiniere accusa colleghi: "Dopo botte scaricarono su penitenziaria"


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il Ministro Orlando, la riforma penitenziaria e il depotenziamento del GOM

2 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

3 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

4 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

5 La perquisizione straordinaria

6 Operazione Nucleo Cinofili a Regina Coeli: rinvenimento droga e arresto

7 Lo stress dell’agente penitenziario: momento ancora possibile di cambiamento

8 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

9 Video: detenuti che puliscono i parchi di Roma accompagnati dalla Polizia Penitenziaria

10 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco