Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Portami un telefonino e ti trovo un lavoro per tuo figlio: condannato per corruzione

Polizia Penitenziaria - Portami un telefonino e ti trovo un lavoro per tuo figlio: condannato per corruzione


Notizia del 15/10/2016 - PARMA
Letto (3153 volte)
 Stampa questo articolo


Una nuova condanna a 3 anni e 4 mesi di reclusione è caduta sulle spalle di Gaetano Leto, noto esponente di spicco della "mala" genovese finito a processo a Parma per aver corrotto un agente di Polizia Penitenziaria quando si trovava recluso nel carcere di via Burla a scontare una pena complessiva di 22 anni

Tra i reati che avrebbe commesso nell'arco di vent'anni si contano cui furti, incendi, violenza privata, truffa, estorsioni, danneggiamenti, riciclaggio di denaro provento di sequestri di persona, detenzione di dinamite, bancarotta. Era anche soprannominato "bombarolo" per aver collocato negli anni Novanta un ordigno nella ferrovia a dentiera di Granarolo.

Secondo le accuse, il pluripregiudicato 58enne alla fine del 2014 avrebbe convinto un agente del penitenziario di Parma a fargli avere in carcere un cellulare e un registratore audio, promettendogli un nuovo lavoro per lui e per suo cugino. 

In seguito al ritrovamento del cellulare nella cella, Leto e il figlio sono stati colpiti da un'ordinanza di arresto su richiesta della Procura di Parma mentre la guardia è stata sospesa dal servizio per 12 mesi. L'agente negli scorsi mesi ha patteggiato due anni di reclusione per corruzione.

Oggi si è concluso il processo dibattimentale a carico di Gaetano Leto, assistito dall'avvocato difensore Giuliana Sorichetti, e del figlio 33enne. Quest'ultimo è stato assolto dalle accuse. Il padre è stato condannato dal collegio di tre giudici presieduto da Mattia Fiorentini, a latere Adriano Zullo e Laura Ghidotti, a una pena di 3 anni e 4 mesi reclusione, più l'interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. Una condanna che appesantirà, se diverrà definitiva, il cumulo di pene che il pluripregiudicato deve già scontare.

parma.repubblica.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Si è tolto la vita impiccandosi il Poliziotto penitenziario accusato dalla figlia di averla violentata

2 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

3 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

4 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

7 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

8 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

9 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà

10 Movimento cinque stelle: il decreto di riforma dell''ordinamento penitenziario serve a smantellare il 4-bis, un regalo ai detenuti pericolosi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

3 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

4 Dopo dieci anni di blocco contrattuale, un rinnovo da sfigati ... un misero caffè al giorno

5 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

6 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

7 Giuseppe Lorusso, Agente del Corpo degli Agenti di Custodia, ucciso dai terroristi di Prima Linea il 19 gennaio 1979 a Torino

8 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

9 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

10 Lotta alle mafie: le parole di chi non ha omesso il carcere e la Polizia Penitenziaria