Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Portava droga nel reggiseno al fratello minorenne in carcere. Denunciata dalla Polizia Penitenziaria

Polizia Penitenziaria - Portava droga nel reggiseno al fratello minorenne in carcere. Denunciata dalla Polizia Penitenziaria


Notizia del 07/01/2013 - MILANO
Letto (2427 volte)
 Stampa questo articolo


Denunciata ed arrestata per spaccio dal personale di Polizia Penitenziaria la sorella maggiorenne di un detenuto del carcere milanese Beccaria che ha tentato di portare droga al fratello minorenne durante il colloquio di inizio anno. Lo riferisce Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe. "Su di lei - spiega - il personale di Polizia Penitenziaria del carcere minorile di Milano aveva gia' i sospetti che introducesse sostanze stupefacenti. E' bastato, infatti, aspettare il momento giusto e le indagini hanno avuto i riscontri attesi. Cosi' sabato scorso B.Y., perquisita al momento dell'ingresso per sostenere il colloquio visivo col fratello minorenne ospite e' stata trovata in possesso di alcuni grammi di fumo che occultava nel reggiseno".

"Nelle carceri italiane il 25% circa dei detenuti e' tossicodipendente - ricorda Capece - Se per un verso e' opportuno agire sul piano del recupero sociale, e' altrettanto necessario disporre di adeguate risorse per far fronte alla possibilita' che all'interno del carcere entri la droga. Alcuni recenti fatti di cronaca, come avvenuto al carcere minorile di Milano, hanno dimostrato e dimostrano che e' sempre piu' frequente il tentativo, anche da parte dei detenuti appena arrestati o di familiari e amici di ristretti ammessi a colloquio, di introdurre sostanze stupefacenti all'interno degli istituti penitenziari. Spesso, come a Milano, la professionalita' della Polizia Penitenziaria consente di individuare i responsabili e di denunciarli all'autorita' giudiziaria, ma cio' non e' sufficiente".

Secondo Capece, si devono trovare soluzioni concrete per far scontare la pena ai detenuti tossicodipendenti fuori dal carcere, presso le comunita' di recupero o in istituti a custodia attenuta: "Vi e' la necessita' di riformare il sistema di giustizia criminale nei confronti delle persone tossicodipendenti (e cioe' affetti da una vera e propria malattia quale e' la dipendenza da sostanze stupefacenti) che abbiamo commesso reati in relazione al loro stato di malattia. Questo per evitare la carcerazione attraverso interventi alternativi, da attivare gia' durante la fase del processo per direttissima, di cura e riabilitazione "controllate e gestite" in regime extracarcerario con l'ausilio dei servizi pubblici e delle comunita' terapeutiche", conclude il segretario del Sappe.

Adnkronos

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

2 Candidata con la Bonino, tenta di passare dei soldi ad un detenuto durante una visita in carcere

3 Governo Gentiloni sarà ricordato per lo svuota carceri mascherato? Sappe: così si rottama il 41bis

4 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

5 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

6 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

7 Detenuti evadono durante una gita al museo del MAXXI di Roma: ripresi poco dopo

8 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

9 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

10 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 Ma chi siamo?

4 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

5 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

6 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Transito a ruolo civile. Č legittimo cumulare pensione privilegiata e stipendio

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia