Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Pretende la porta della cella aperta: detenuto sputa sangue e aceto a Poliziotto penitenziario

Polizia Penitenziaria - Pretende la porta della cella aperta: detenuto sputa sangue e aceto a Poliziotto penitenziario


Notizia del 30/01/2014 - GENOVA
Letto (4437 volte)
 Stampa questo articolo


Stava protestando con veemenza perché voleva la porta blindata della sua cella aperta e, nonostante ciò non fosse possibile, non si è fatto scrupoli nello sputare addosso al poliziotto penitenziario di servizio sangue e aceto. Protagonista un detenuto straniero, nato in Nepal, ristretto per il reato di omicidio nella VI^ Sezione del carcere di Genova Marassi.

"Non è certo il primo episodio con cui gli agenti di Polizia Penitenziaria del carcere di Marassi devono fare i conti ma questa volta si è superato il limite", denuncia Roberto Martinelli, segretario generale aggiunto del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe, il primo e più rappresentativo dei Baschi Azzurri, che esprime al graduato dei Baschi Azzurri coinvolto "solidarietà e vicinanza". Per quest'ultimo il medico di turno in carcere ha disposto i doverosi accertamenti per scongiurare eventuali infezioni.

"La situazione del Reparto di Polizia Penitenziaria del carcere di Genova Marassi è diventata insostenibile per il costante sovraffollamento della struttura e per il continuo verificarsi di eventi critici" aggiunge. "Eravamo convinti di avere visto tutto: bocche cucite, tentati suicidi, colluttazioni, risse ed aggressioni. Ora persino sangue e aceto sputati su un poliziotto la cui una colpa è quella di fare servizio in una realtà ogni giorno di più incandescente.

Per fortuna delle Istituzioni, gli uomini della Polizia Penitenziaria svolgono quotidianamente il servizio in carcere con professionalità, zelo, abnegazione e soprattutto umanità, pur in un contesto assai complicato per l'esasperante sovraffollamento e per il ripetersi di eventi critici. Ma devono assumersi provvedimenti concreti per Marassi, una realtà nella quale più del 63% dei detenuti sono stranieri, perché non si può lasciare solamente al sacrificio e alla professionalità delle donne e degli uomini della Polizia Penitenziaria la gestione quotidiana del più grande carcere della Liguria. E deve fare la sua parte, importante, anche il Parlamento, che invece ignora persino l'autorevole messaggio alle Camere del Capo dello Stato dell'8 ottobre scorso sulla situazione carceraria".

ASCA

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LIGURIA
Statistiche carceri Regione Liguria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

6 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

7 Il pericolo radicalizzazione nelle carceri italiane

8 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

9 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook

10 L’origine dei tatuaggi e l’implicazione del carcere