Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Processo Cucchi: chiusa fase dibattimentale, sentenza prevista per il 5 giugno

Polizia Penitenziaria - Processo Cucchi: chiusa fase dibattimentale, sentenza prevista per il 5 giugno


Notizia del 31/05/2013 - ROMA
Letto (1681 volte)
 Stampa questo articolo


La sentenza del processo Cucchi è prevista per il 5 giugno prossimo: chiusa la fase dibattimentale.

Quello per la morte di Stefano Cucchi, il geometra romano arrestato il 15 ottobre 2009 per droga e morto una settimana dopo all’ospedale “Sandro Pertini”, è stato un “processo isterico, infarcito di polemiche, di rappresentazioni parziali, con molta voglia di protagonismo di qualcuno che ha obnubilato i giudizi della Corte”. È partito da qui l’avvocato Gaetano Scalise nella sua arringa in difesa del prof. Aldo Fierro, primario del Pertini e uno dei sei medici imputati (per lui i pm hanno chiesto la condanna a 6 anni e 8 mesi).

Con l’arringa di Scalise si è chiuso il processo, il 5 giugno, eventuali repliche e la camera di consiglio per la sentenza. Sotto processo, anche tre infermieri e tre agenti penitenziari; tutti, a vario titolo e a seconda delle posizioni, accusati di abbandono di incapace, abuso d’ufficio, favoreggiamento, falsità ideologica, lesioni ed abuso d’autorità. “Per contestare reati come quelli dei capi d’imputazione - ha detto Scalise - sarebbe stato necessario avere la prova che Fierro abbia agito dolosamente. E non è così; senza dimostrare l’esistenza del filo del dolo che lega tutte le imputazioni, non è possibile condannare nessuno”. In merito al grave reato di abbandono d’incapace contestato il messaggio è stato chiaro: “Cucchi era capace d’intendere e volere, la sua era solo una incapacità derivata dal fatto che era detenuto.

Ma non basta che un paziente sia detenuto per configurare l’ipotesi di abbandono”. La chiusura, con quello che lo stesso Scalise ha definito “un colpo di teatro”, con la lettura di una parte del rapporto della Commissione d’inchiesta istituita dall’Ordine dei medici di Roma per verificare eventuali violazioni deontologiche dei medici imputati. “Non hanno responsabilità - ha letto il difensore dalle pagine del rapporto - e insieme al detenuto sono le vittime di una legislazione che meriterebbe maggiore armonizzazione”. La richiesta finale è stata l’assoluzione del primario del Pertini.

ANSA

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

3 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

4 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

7 Poliziotto penitenziario trasportato d''urgenza in ospedale dopo aggressione da parte di un detenuto del carcere di Ariano Irpino

8 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

9 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

10 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Terrorismo islamico: Polizia Penitenziaria armata anche fuori dal servizio. Emanata circolare DAP

2 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

3 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

6 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Le proteste pretestuose

9 Il ''malvezzo'' lo rispediamo al mittente

10 L’importanza dell’attività di polizia all’interno delle carceri italiane