Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Procura di Palermo chiede le agende di Carlo Azeglio Ciampi: vuole fare chiarezza sulla nomina di Capriotti al posto di Amato al DAP e la revoca dei 41-bis

Polizia Penitenziaria - Procura di Palermo chiede le agende di Carlo Azeglio Ciampi: vuole fare chiarezza sulla nomina di Capriotti al posto di Amato al DAP e la revoca dei 41-bis


Notizia del 07/10/2016 - PALERMO
Letto (1396 volte)
 Stampa questo articolo


L'acquisizione delle agende del Presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, degli anni 1993 e 1994, è stata chiesta dalla Procura di Palermo nel processo sulla trattativa tra Stato e mafia. Il Procuratore aggiunto di Palermo Vittorio Teresi, prendendo la parola all'inizio dell'udienza, ha chiesto al Presidente della Corte d'Assise di Palermo Alfredo Montalto, di acquisire il verbale reso da Ciampi, morto di recente, nell'interrogatorio del 15 dicembre del 2010.

"Essendo venuto a mancare il Presidente emerito Ciampi - dice Teresi - oggi è indispensabile richiedere al fascicolo del dibattimento il verbale del 15 dicembre 2010". Teresi ha, quindi, aggiunto la richiesta di avere le agende di Ciampi, che sono state donate dal Presidente emerito al Quirinale. "Durante il verbale - spiega Teresi - Ciampi aveva detto che molti degli argomenti trattati erano oggetto di proprie annotazioni personali su agende che aveva annotato quando era Presidente del consiglio, dall'aprile del 1993 al maggio del 1994. Disse testualmente: 'Voglio aggiungere che potrebbe essere per voi utile guardare le agende custodite da me'. Ciampi donò le agende alla biblioteca del Quirinale".

"E oggi chiediamo di potere produrre il fascicolo del verbale - aggiunge Teresi - e sollecitiamo l'acquisizione della produzione dei copia delle agende che riguardano le annotazioni scritte dal Presidente Ciampi, quando era Presidente del Consiglio negli anni '93 e '94".

Il Presidente della Corte d'Assise di Palermo Alfredo Montalto ha acquisito il verbale reso nel 2010 del Presidente emerito Ciampi, come chiesto dalla Procura di Palermo, mentre si è riservato di decidere sull'acquisizione delle agende del 1993 e del 1994, quando era Presidente del Consiglio, come chiesto dai rappresentanti dell'accusa.

Durante quell'interrogatorio del 2010, che venne poi secretato, il Presidente emerito Ciampi era stato sentito sull'estate del 1993, quando ci furono gli attentati di Milano e Roma. La notte del 27 luglio 1993 esplosero le bombe nelle basiliche di San Giovanni Laterano e San Giorgio in Velabro a Roma, e negli stessi istanti il centralino di Palazzo Chigi isolato da un inquietantissimo black out. Proprio in quello stesso periodo ci fu anche la decisione di non rinnovare oltre trecento provvedimenti di carcere duro per detenuti mafiosi.

Secondo l'accusa della Procura di Palermo, la mancata proroga di quei provvedimenti di 41 bis rappresenta uno degli oggetti fondamentali della Trattativa con Cosa nostra. Fu l'ex ministro Giovanni Conso, anche lui deceduto, a ribadire che quella decisione del mancato rinnovo del 41 bis fu fatta in "completa autonomia". Ciampi venne sentito anche sull'avvicendamento tra Nicolò Amato e Adalberto Capriotti al vertice del Dap, il Dipartimento amministrazione penitenziaria. La difesa non si è opposta.

focus.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria, Orlando: per il 2017 altri 305 Agenti assunti in aggiunta a quelli già previsti

2 In fuga ed è pericoloso: arrestato dopo sparatoria con la Polizia di Stato, piantonato in ospedale riesce a fuggire

3 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

4 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

5 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

6 Baby boss nelle carceri minorili: M5S conto i 25enni nelle carceri minorili

7 Detenuto frattura un dito ad Ispettore di Polizia Penitenziaria di Imperia: non voleva rientrare dalle celle aperte

8 Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti

9 Isola di Santo Stefano: inaugurata elisuperfice per iniziare il restauro del carcere

10 Detenuto evade da permesso premio: in carcere per sequestro di persona, spaccio, furto e rapina, porto abusivo di armi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 In memoria dell''Appuntato del Corpo degli Agenti di Custodia Nerio Fischione, ucciso a Brescia durante tentativo di evasione nel 1974

3 Stabilimento balneare di Roma-Maccarese: quando la Polizia Penitenziaria è ospite (indesiderato) a casa sua.

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle “veline”.

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

9 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

10 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi