Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Proiettile trovato nel carcere di Venezia: trovato nel calzino di un detenuto

Polizia Penitenziaria - Proiettile trovato nel carcere di Venezia: trovato nel calzino di un detenuto


Notizia del 12/11/2015 - VENEZIA
Letto (1284 volte)
 Stampa questo articolo


Durante una perquisizione di routine gli agenti della Polizia Penitenziaria di Santa Maria Maggiore, nella cella di un detenuto, hanno trovato un proiettile. Era nascosto all’interno di un calzino e naturalmente non avrebbe dovuto passare i controlli ai quali viene sottoposto ogni pacco inviato dai familiari. Lo stesso vale per coloro che fanno visita a un detenuto: vengono perquisiti prima dell’incontro. Eppure quel proiettile, ancora da esplodere, è passato indenne, nonostante verifiche e accertamenti, ma si sa che quando scattano ogni giorno non sempre l’attenzione quotidiana è al massimo. Comunque, alla fine, gli agenti hanno scovato egualmente il proiettile quando era già arrivato a destinazione: il detenuto, infatti, lo aveva ricevuto e lo aveva nascosto tra i suoi indumenti.

Che poteva farsene il detenuto di un proiettile? Perché lo ha ricevuto? Sono domande alle quali dovrà rispondere l’indagine aperta dal pubblico ministero di turno, che intanto ha aperto un fascicolo nei confronti del detenuto per detenzione illegale di una parte di un’ arma. La legge, infatti, prevede quest’imputazione non soltanto quando il soggetto in questione possiede un’arma completa e funzionante, ma pure quando ne possiede una parte, un pezzo, anche un unico proiettile. Presumibilmente il pm lo chiederà al detenuto che lo aveva nascosto senza, però, avere grande speranza che voglia rispondere. Naturalmente, il magistrato chiederà accertamenti e verifiche per stabilire soprattutto come è arrivato il proiettile e chi lo ha inviato o consegnato, oltre che per capire quale uso ne doveva fare chi lo deteneva.

Un proiettile di solito serve per sparare, ma è necessaria un’arma e gli agenti non l’hanno trovata nonostante abbiano setacciato a dovere la cella dopo aver scoperto il proiettile. Hanno sospettato subito che potesse esserci anche una pistola o comunque un attrezzo in grado di sparare, quindi hanno compiuto controlli accurati e non solo nella cella del detenuto in questione. Ma una pistola, anche se smontata, non è facile da far passare, a meno che non vi sia la collaborazione di uno o più agenti. Nel carcere di Padova è

venuta alla luce una vera e propria banda composta anche da agenti che riusciva a far entrare di tutto nelle celle, ma a Venezia non è così e ora gli inquirenti sperano con le indagini di scoprire come sia riuscito il detenuto ad avere e nascondere un proiettile inesploso.

veneziatoday.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria, Orlando: per il 2017 altri 305 Agenti assunti in aggiunta a quelli già previsti

2 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

3 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

4 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

5 Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti

6 Isola di Santo Stefano: inaugurata elisuperfice per iniziare il restauro del carcere

7 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

8 Catturato il detenuto marocchino che non era rientrato a Mamone dopo il lavoro esterno

9 Niente ventilatori nel carcere di Sollicciano: la rete elettrica del carcere non reggerebbe

10 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 In memoria dell''Appuntato del Corpo degli Agenti di Custodia Nerio Fischione, ucciso a Brescia durante tentativo di evasione nel 1974

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle “veline”.

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 L’estate del detenuto