Novembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2017  
  Archivio riviste    
Protocollo farfalla: soldi dei servizi segreti ai detenuti mafiosi in cambio di informazioni?

Polizia Penitenziaria - Protocollo farfalla: soldi dei servizi segreti ai detenuti mafiosi in cambio di informazioni?


Notizia del 29/09/2014 - PALERMO
Letto (2078 volte)
 Stampa questo articolo


I servizi di sicurezza hanno offerto laute ricompense a otto autorevoli padrini di Cosa nostra, 'ndrangheta e camorra rinchiusi al 41 bis, per cercare di ottenere informazioni. Eccolo, il segreto che per dieci anni è stato custodito dentro un documento di sei pagine chiamato "Protocollo Farfalla". Un segreto di Stato ai vertici dell'antimafia, sottoscritto nel 2004 dai vertici dell'allora Sisde e del Dap, il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria. Nei giorni scorsi il protocollo servizi-carceri è stato declassificato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi, e oggi Repubblica è in grado di svelarne il contenuto più riservato. 

"Farfalla" non è stato soltanto un accordo per consentire uno scambio d'informazioni più veloce fra 007 e operatori penitenziari. Il protocollo Farfalla ha previsto la stipula di un patto riservatissimo con gli irriducibili delle mafie. Tanti soldi in cambio di informazioni sui segreti del crimine organizzato in Italia. Soldi provenienti dai fondi riservati dei Servizi. In fondo, a questo dovrebbero servire: come ricompensa per le notizie ottenute da confidenti d'eccezione. Nel protocollo, lo erano davvero d'eccezione. Anche troppo. Sono stati contattati Cristoforo Cannella, uno dei sicari della strage Borsellino, e altri nomi di primo piano di Cosa nostra: i palermitani Vincenzo Buccafusca e Salvatore Rinella, il catanese Giuseppe Maria Di Giacomo. Gli 007 si sono presentati anche nelle celle del camorrista Modestino Genovese e dello 'ndranghetista Antonino Pelle. Ora, sul protocollo Farfalla indagano i pm dell'inchiesta trattativa Stato-mafia, e anche la commissione antimafia. Perché tante sono le domande ancora senza risposta: i servizi segreti hanno mai pagato uno degli assassini di Borsellino o qualche altro capomafia al 41 bis? Per quali rivelazioni? Domande pesanti, anche perché sulle indagini per la strage Borsellino c'è l'ombra del depistaggio costruito con tante informazioni fasulle.

"Farfalla" è uno degli snodi del processo d'appello al generale Mario Mori, l'ex direttore del Sisde che avviò l'operazione, assolto in primo grado dall'accusa di aver favorito la latitanza di Provenzano. In aula, il pg Roberto Scarpinato e il sostituto Luigi Patronaggio hanno chiesto di riaprire il caso: "Il punto critico del protocollo è la mancanza di un controllo di legalità da parte della magistratura". È pesantissimo il giudizio della procura generale sull'ex direttore del Sisde: "Ha disatteso i suoi doveri istituzionali". "Farfalla" è uno dei cinque capitoli del nuovo atto d'accusa. La ricostruzione di Scarpinato parte dagli anni '70, quando Mori era al servizio segreto Sid; arriva agli anni '90, quando i Ros avrebbero fatto scappare il boss Nitto Santapaola ("Abbiamo trovato una relazione di servizio falsa", accusa il pg). "Il modus operandi di Mori è stato sempre da appartenente a strutture segrete", accusa Scarpinato. Insorgono i legali di Mori, Basilio Milio ed Enzo Musco: "È un tentativo di rivisitare la storia d'Italia"

repubblica.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Incidente stradale a Sassari, muore Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Bancali

2 Detenuto infilza due Poliziotti penitenziari con un tubo divelto dal bagno: colpiti alla schiena e al braccio

3 Il video di Michele Zagaria in carcere al 41-bis registrato durante il colloquio con le donne arrestate oggi

4 Collaboratore di giustizia rivela: in carcere ho scalato la gerarchia della ''ndrangheta e sono diventato padrino

5 Pasquale Zagaria durante i colloqui in carcere: figli minorenni per veicolare i messaggi da inviare al clan dei Casalesi

6 Riforma Madia, drastico taglio del personale di Polizia Penitenziaria in Lombardia

7 Trovati due telefoni cellulari nel carcere di Milano Bollate

8 Detenuti o in misura alternativa al lavoro nei Tribunali. Sappe: non sarebbe meglio impiegarli in altri lavori?

9 Arrestata la moglie di Salvino Madonia: teneva i contatti con i 41-bis per riorganizzare cosa nostra

10 Scuola superiore dell''amministrazione penitenziaria di Roma intitolata alla memoria di Piersanti Mattarella


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Assistente Capo della Polizia Penitenziaria si è suicidato con la pistola d''ordinanza nel carcere di Tolmezzo

2 L''unica speranza del Corpo: l''unificazione con la Polizia di Stato

3 Finalmente il DAP ammette la propria inettitudine. " ... siamo sterili, fini a noi stessi e senza obiettivi.”

4 DIA e NIC della Polizia Penitenziaria smantellano struttura del casalesi utilizzata per recapitare lo stipendio ai detenuti

5 In corso operazione del NIC della Polizia Penitenziaria: arrestate le mogli dei fratelli del capoclan dei Casalesi Michele Zagaria

6 Istituire un Dipartimento Esecuzione Penale e, se serve, diventare Polizia di Stato

7 Polizia Penitenziaria arresta islamico in carcere il giorno della sua scarcerazione: algerino istigava altri detenuti al jihad nel penitenziario di Nuoro

8 Ho visto cose che voi umani …

9 L’isola di Pianosa: detenuti nel mare protetto

10 Decreto Legislativo n.81/2008: Priorità all''ordine e alla disciplina ma senza tralasciare la sicurezza del posto di lavoro