Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Provenzano minaccia il Direttore del Carcere: ecco la frase incriminata

Polizia Penitenziaria - Provenzano minaccia il Direttore del Carcere: ecco la frase incriminata


Notizia del 20/09/2012 - PARMA
Letto (7017 volte)
 Stampa questo articolo


 Condannato a tre ergastoli il boss mafioso Bernardo Provenzano la prossima settimana potrebbe ricevere un inasprimento della pena già comminatagli. Il 27 di settembre il detenuto noto alle cronache per esser riuscito a sfuggire alle forze dell'ordine per ben 43 anni sarà processato per minacce e violenza all'ex direttore del carcere Silvio Di Gregorio. L'udienza si terrà nella struttura penitenziaria per ragioni di sicurezza.

Punito per essere aver violato il codice comportamentale dell'istituto penitenziario di via Burla il boss a cui è stato applicato il regime carcerario 41bis (no tv, no radio, no contatti con l'esterno) per i propri precedenti penali è stato inquisito dalla Procura di Parma per minacce. "E' soddisfatto? E' in pace con la sua coscienza? Dio vede e provvede" queste le frasi incriminate ritenute dalle autorità "dal significato inequivocabilmente intimidatorio in considerazione dell'elevata pericolosità del soggetto desumibile dal comprovato inserimento in contesti di criminalità organizzata e dai gravissimi reati a lui ascritti".
 
La difesa del pluriergastolano avrebbe addotto come giustificazione i sentimenti religiosi dell'uomo, manifestati sia nel corso della latitanza in cui a chiosa di ogni pizzino introduceva una benedizione, sia durante il maxiprocesso tenuto nell'aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo in cui prima che i giudici si ritirassero per deliberare augurò "la pace. Perché la pace è la tranquillità e la serenità dello spirito e della coscienza. Base fondamentale per giudicare".
 
parmatoday.it
STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 La frutta non ci piace». Scattano violenza e intimidazioni da parte dei detenuti al 41 bis

10 Gratteri: “Campi di lavoro per i mafiosi se vogliono mangiare”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Le caserme (quasi) gratis della Polizia Penitenziaria

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro