Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Pugni al volto e al corpo ad Ispettore di Polizia Penitenziaria: il detenuto in alta sicurezza voleva incontrare la presunta convivente

Polizia Penitenziaria - Pugni al volto e al corpo ad Ispettore di Polizia Penitenziaria: il detenuto in alta sicurezza voleva incontrare la presunta convivente


Notizia del 09/05/2016 - CUNEO
Letto (7240 volte)
 Stampa questo articolo


Alta tensione nel carcere di Saluzzo, dove questa mattina un detenuto napoletano, classificato ad "Alta sicurezza", ha improvvisamente aggredito l'ispettore di Polizia Penitenziaria responsabile della sorveglianza che lo aveva informato che non poteva effettuare colloquio con una donna presentatasi come convivente ma della quale non vi era alcun atto documentale che lo attestasse.

"L'ispettore di Polizia Penitenziaria è stato colpito da una serie di pugni al volto e al corpo: tempestivo è stato l'intervento dell'altro collega, preposto alla Sala colloqui, che è riuscito a bloccarlo. l'ispettore ferito è ricorso alle cure dell'ospedale cittadino", commenta Vicente Santilli, segretario regionale piemontese del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe.

Aggiunge il segretario generale del Sappe Donato Capece, che sollecita ministro e capo del Dap a intervenire: "quella di Saluzzo è l'ennesima grave e intollerabile aggressione da parte di un detenuto ai danni di un poliziotto penitenziario. La situazione nelle nostre carceri resta dunque allarmante, nonostante si sprechino dichiarazioni tranquillanti sul superamento dell'emergenza penitenziaria: la realtà è che i nostri poliziotti continuano ad essere aggrediti senza alcun motivo o ragione. Eventi del genere sono sempre più all'ordine del giorno e a rimetterci è sempre e solo il Personale di Polizia Penitenziaria. Il Sappe esprime solidarietà al poliziotto ferito e gli augura una veloce ripresa e ritorno in servizio. Ma va anche detto che queste aggressioni sono intollerabili ed inaccettabili".

A Saluzzo, il 30 aprile scorso, erano presenti nelle celle 255 detenuti: 12 gli imputati, 243 i condannati. Nel 2015, nella Casa di reclusione, si sono contati 29 atti di autolesionismo, 5 tentati suicidi sventati in tempo dagli uomini della Polizia Penitenziaria e 22 colluttazioni.

askanews.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PIEMONTE
Statistiche carceri Regione Piemonte







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Carceri, salta la riforma: primo atto del nuovo Governo

3 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

4 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

9 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Giunge gradito … graditissimo il saluto del Ministro Orlando

6 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

7 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

8 L’elogio funebre di Nicolò Amato a Giuseppe Falcone

9 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

10 Il pericolo radicalizzazione nelle carceri italiane