Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Pugni e schiaffi al volto: Poliziotto penitenziario ferito a Terni da detenuto che voleva entrare in infermeria

Polizia Penitenziaria - Pugni e schiaffi al volto: Poliziotto penitenziario ferito a Terni da detenuto che voleva entrare in infermeria


Notizia del 17/12/2015 - TERNI
Letto (1269 volte)
 Stampa questo articolo


È stata una vera e propria aggressione quella ai danni di unPoliziotto penitenziario di Terni, messa in atto da un detenuto di 32 anni arrivato nella Casa Circondariale di Vocabolo Sabbione circa un anno fa. L’uomo, ritenuto un affiliato della malavita pugliese, era stato trasferito da un carcere dell’Abruzzo, dove aveva già evidenziato problematiche di condotta e si era dimostrato particolarmente difficile nella gestione.

Questa mattina, il 32enne si è presentato nei pressi dell’infermeria, esprimendo la volontà di voler entrare a tutti i costi. Gli agenti di guardia hanno negato al detenuto l’accesso che, in un primo momento si è limitato a protestare, ma improvvisamente si è scagliato contro uno degli agenti con schiaffi e pugni al volto. Il Poliziotto, colta alla sprovvista, non ha avuto neanche il tempo di difendersi ed è crollata a terra. Un equipaggio del 118 ha trasferito il ferito presso il Pronto Soccorso del “Santa Maria”, dove è stato affidato alle cure dei sanitari.

Subito sono intervenuti i colleghi che hanno provveduto a fermare l’aggressore che, attualmente, è stato trasferito in isolamento.

tuttoggi.info

STATISTICHE CARCERI REGIONE UMBRIA
Statistiche carceri Regione Umbria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Polizia Penitenziaria di Palermo consegna doni e giocattoli per i bambini con malattie metaboliche e rare

3 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

4 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

5 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

6 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

7 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

8 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone

9 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

10 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

5 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

6 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

7 La sentenza Torreggiani (o meglio la sua sciagurata applicazione) ha distrutto le carceri italiane

8 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

9 Operazione Onda Blu: NIC Polizia Penitenziaria arresta a Crotone due evasi da Voghera

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera