Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Quanto guadagna un poliziotto penitenziario?

Polizia Penitenziaria - Quanto guadagna un poliziotto penitenziario?


Notizia del 17/10/2017 - ROMA
Letto (15235 volte)
 Stampa questo articolo


Qual è lo stipendio di chi lavora nel mondo della Polizia Penitenziaria? Un argomento di grande attualità per tutti quei giovani che vorrebbero entrare a far parte del corpo poliziesco italiano e che potrebbero cogliere l’occasione in vista del concorso Polizia Penitenziaria 2017 indetto nel mese di ottobre. Qual è lo stipendio di un poliziotto penitenziario? Quanto si guadagna? Ecco alcune info utili.

Stipendio Polizia Penitenziaria: quanto si guadagna nel 2017?

Come riportato dai colleghi di “Biponline.com”, uno stipendio base in Polizia Penitenziaria si aggira intorno ai 1200 euro al mese, con un giorno di riposo. Se a questo salario – netto – si aggiungono  traduzioni, piantonamenti, giorni festivi e straordinari, lo stipendio tocca facilmente i 1600-1800 euro minimi fino ai 2500 euro massimi. Si tratta di una posizione lavorativa alquanto delicata e, inoltre, prevede un orario lavorativo di circa dieci ore al giorno da trascorrere in servizio.


Stipendio poliziotto penitenziario: guadagna di più un detenuto?

Nelle scorse settimane c’è stata un’accesa polemica circa i guadagni di un poliziotto penitenziario. Ad accendere la miccia è stato il segretario del SAPPE (Sindacato Autonomo della Polizia Penitenziaria), Donato Capece, che ha evidenziato: “I detenuti che lavorano in carcere guadagneranno 7 euro l’ora (circa mille euro al mese quindi più tredicesima e quattordicesima), senza contare che hanno vitto e alloggio pagati (che costano allo Stato, e quindi ai cittadini che pagano le tasse, 160 euro al giorno per detenuto). Gli agenti pagano per il posto letto in caserma e magari hanno sulle spalle mutui per la casa.” Il Segretario ha fatto un paragone estero con la Germania, dove ai detenuti è permesso di lavorare ma per 87 centesimi di euro l’ora dai quali viene detratto l’uso della corrente elettrica che consumano in carcere.

Concorso Polizia Penitenziaria 2017 bando: quando scade?

Secondo quanto riportato nel bando per il concorso in Polizia Penitenziaria 2017, la scadenza è fissata per la data del 13 novembre 2017. Dunque, c’è solo un mese per poter presentare domanda e cercare di far parte dei 197 nuovi assunti. Di seguito vediamo quali sono i requisiti, come inviare la domanda, quali le possibili prove di esame e le relative date.

Diventare Agenti di Polizia Penitenziaria: concorso 2017

Quante saranno le assunzioni per il Concorso in Polizia Penitenziaria 2017? Ecco cosa viene riportato nel bando pubblicato in Gazzetta Ufficiale:

Indetto un concorso pubblico, per esami, per il reclutamento di complessivi n. 197 posti (n. 147 uomini; 50 donne) di allievo agente del Corpo di Polizia Penitenziaria.

Numero 2 posti (uno maschile ed uno femminile) degli allievi agenti sono riservati, subordinatamente al possesso degli altri requisiti, a coloro che sono in possesso dell’attestato di bilinguismo (lingua italiana e tedesca) previsto dall’art. 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752 e successive modifiche, per l’assegnazione agli istituti penitenziari della provincia di Bolzano. Nella domanda i concorrenti dovranno obbligatoriamente precisare in quale lingua (italiano o tedesco) intendano sostenere la prova concorsuale. I posti riservati, qualora non coperti, saranno devoluti agli altri concorrenti in ordine di graduatoria.

urbanpost

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Si è tolto la vita impiccandosi il Poliziotto penitenziario accusato dalla figlia di averla violentata

2 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

3 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

4 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

7 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

8 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

9 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà

10 Movimento cinque stelle: il decreto di riforma dell''ordinamento penitenziario serve a smantellare il 4-bis, un regalo ai detenuti pericolosi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

3 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

4 Dopo dieci anni di blocco contrattuale, un rinnovo da sfigati ... un misero caffè al giorno

5 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

6 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

7 Giuseppe Lorusso, Agente del Corpo degli Agenti di Custodia, ucciso dai terroristi di Prima Linea il 19 gennaio 1979 a Torino

8 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

9 Lotta alle mafie: le parole di chi non ha omesso il carcere e la Polizia Penitenziaria

10 Il servizio di tutoring e la beneficienza all''amministrazione