Renato Farina è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di carcere perchè fece entrare nel carcere una persona spacciandola per collaboratore dello stesso Farina. A portare in carcere il parlamentare " />

  Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Renato Farina condannato per falso: 2 anni e 8 mesi di carcere

Polizia Penitenziaria - Renato Farina condannato per falso: 2 anni e 8 mesi di carcere


Notizia del 13/07/2012 - MILANO
Letto (2020 volte)
 Stampa questo articolo


Renato Farina è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di carcere perchè fece entrare nel carcere una persona spacciandola per collaboratore dello stesso Farina. A portare in carcere il parlamentare del Pdl è l'aver affermato il falso all'entrare del carcere di Opera. (ndr)

Il parlamentare del Pdl Renato Farina è stato condannato con rito abbreviato dal gup di Milano Elisabetta Meyer a 2 anni e 8 mesi di carcere, senza la sospensione condizionale della pena, per falso in atto pubblico in quanto lo scorso 17 febbraio si recò in carcere per far visita a Lele Mora in qualità di deputato portando un giovane amico dell'ex talent scout che avrebbe spacciato per un suo collaboratore. Al ventenne il giudice oggi ha inflitto invece 2 anni di pena (sospesa) per lo stesso reato contestato a Farina.

LA VICENDA - Secondo l'accusa formulata dal procuratore aggiunto Ilda Boccassini e dal pm Antonio Sangermano i due «si sarebbero qualificati all'ufficio controllo documenti» di Opera «affermando il falso». In particolare sostenendo che il ragazzo «era un collaboratore dell'onorevole Farina».

«SCONVOLGENTE» - Renato Farina che, come ha riportato il sito «Tempi.it», ha definito la sua condanna a 2 anni e 8 mesi di carcere «sconvolgente» e di «incredibile accanimento nei miei riguardi», nel febbraio del 2007 aveva patteggiato la pena a sei mesi (convertiti in pena pecuniaria, 6 mila e 800 euro) nell'ambito del procedimento sul sequestro di Abu Omar. Il giornalista, allora vice direttore di Libero, era stato indagato per i suoi rapporti con alcuni componenti del Sismi. Gli allora procuratori aggiunti milanesi Armando Spataro e Ferdinando Pomarici lo accusarono di favoreggiamento nell'occultamento di prove nell'inchiesta sul rapimento dell'Imam da parte di agenti della Cia. Proprio da Spataro e Pomarici, Farina, in codice «Betulla», avrebbe tentato di avere informazioni intervistandoli insieme ad un redattore del quotidiano rapidamente risultato del tutto estraneo ai fatti. Per questo episodio Farina era stato radiato dall'Ordine dei giornalisti e successivamente reintegrato dalla Cassazione.

http://www.corriere.it 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

7 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

8 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

9 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

10 Grappa artigianale preparata dai detenuti nel carcere di Bologna


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino: perché negare l’evidenza dei benefici?