Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Renzi chiama Cucchi: lo sdegno delle madri dei militari uccisi in missioni all’’estero

Polizia Penitenziaria - Renzi chiama Cucchi: lo sdegno delle madri dei militari uccisi in missioni all’’estero


Notizia del 06/11/2014 - ROMA
Letto (3176 volte)
 Stampa questo articolo


Per caso, guardando la televisione, ho appreso che il premier Matteo Renzi aveva espresso la propria vicinanza ai familiari di Stefano Cucchi e che il presidente del Senato Pietro Grasso li avrebbe ricevuti a Palazzo Madama. Il motivo? Sia Grasso che Renzi ritengono lo Stato responsabile di quanto accaduto. Quando ho sentito questa frase mi si è stretto il cuore.

Da mesi chiedo un incontro a Renzi e, dopo essere stata ricevuta un mese fa da un suo collaboratore, è ancora silenzio! Ho massimo rispetto per il dolore altrui e non sono qui a giudicare quanto è accaduto. Ciò che giudico, piuttosto, è il fatto che i nostri figli, gli stessi che hanno difeso e tenuto alto l’onore di questa Italia, siano dimenticati e snobbati. Ciò che giudico è l’atteggiamento nei nostri confronti.

Ci hanno seppellite vive per un Afghanistan che non abbiamo chiesto! Dobbiamo umiliarci a chiedere, a pregare, il tutto senza ricevere risposte. Per questo domando: di chi è la responsabilità della morte dei nostri figli?

Li abbiamo dati a questa Italia, fiduciose delle istituzioni. Qual è stata la risposta? Riportati in una scatola di legno avvolti nel tricolore. Siamo sole a piangerli inginocchiate davanti ad un pezzo di marmo. Come se non bastasse hanno tarpato le ali ad un pezzo di gioventù, ai loro fratelli ignorati da tutti i punti di vista. Eppure hanno lo stesso sangue di chi non c’è più!

Non ci servono i “mi dispiace”. Hanno riempito i cimiteri dei loro “mi dispiace”. Vogliamo rispetto, vogliamo giustizia, vogliamo considerazione per chi ha compiuto l’estremo sacrificio per il nostro Paese. E anche per chi come noi vive, sempre che questa possa essere definita vita, ogni giorno dentro un cimitero. Anche noi siamo l’Italia debole, che ha perso i propri figli per la nostra Nazione.

Siamo certe che le istituzioni accoglieranno anche il nostro grido di dolore. Vogliamo credere, come giusto che sia, che non si facciano discriminazioni su perdite così importanti. Anche noi, speranzose, rimaniamo in attesa di risposte. Magari di quell’incontro che tanto chiediamo. Allo stesso tempo ci piacerebbe sensibilizzare queste egregie istituzioni sulla necessità di dimostrare la propria vicinanza, pratica e non solo a parole, a chi, purtroppo, è sopravvissuto. Anche questa, in fondo, è una responsabilità istituzionale.

di Anna Rita Lo Mastro, madre del caporal maggiore scelto David Tobini morto in Afghanistan il 25 luglio 2011

Lettera pubblicata su Il Tempo.it e condivisa anche da Rosa Papagna e Dora Pinelli, madri di militari italiani morti in Afghanistan

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

3 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

7 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

8 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

9 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

10 Seminfermo di mente e pericoloso omicida fuge da REMS: è il terzo caso in poche settimane


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

8 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

9 Accreditati 320 euro di bonus . Ora si attende il Decreto per le funzioni direttive a marescialli e ispettori

10 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946