Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Revoca del 41-bis a Bernardo Provenzano: a sorpresa il parere favorevole della DNA

Polizia Penitenziaria - Revoca del 41-bis a Bernardo Provenzano: a sorpresa il parere favorevole della DNA


Notizia del 10/10/2013 - ROMA
Letto (3893 volte)
 Stampa questo articolo


Più vicina la revoca del 41-bis a Bernardo Provenzano: dopo il parere favorevole della DNA, gli avvocati difensori attendono ora la decisione del Tribunale di Sorveglianza.

Dopo le Procure di Palermo, Firenze e Caltanissetta anche la Direzione Nazionale Antimafia apre alla revoca del carcere duro per il boss Bernardo Provenzano. Una decisione in contrasto con la linea tenuta finora dalla Direzione, che solo qualche settimana fa si era detta contraria alla sospensione del 41 bis per il capomafia. La svolta è arrivata oggi, quando davanti al tribunale di sorveglianza di Roma, che deve decidere se accogliere l'istanza dei legali di Provenzano, il sostituto procuratore antimafia Gianfranco Donadio ha chiesto una nuova perizia sullo stato mentale del boss e in subordine, sollecitato dai giudici a pronunciarsi sul merito, che venga accolta l'istanza degli avvocati.

La decisione del tribunale di sorveglianza nei prossimi giorni

Il tribunale non si è ancora pronunciato: la decisione è attesa nei prossimi giorni e potrebbe prevedere nuovi accertamenti peritali sul padrino di Corleone o entrare nel merito accogliendo o respingendo il ricorso. A sostegno della loro istanza gli avvocati Rosalba Di Gregorio e Maria Brucale hanno prodotto l'ultima perizia fatta da due esperti nominati dal gip di Palermo nell'ambito del procedimento sulla trattativa Stato-mafia in cui Provenzano è imputato. I periti hanno ribadito l'incapacità del boss a partecipare coscientemente al processo che resta sospeso fino a modifiche sostanziali delle sue condizioni. Il pm della Dna, però, ha chiesto oggi di accertare se l'incapacità del boss è relativa, cioè riguarda solo la possibilità di stare in giudizio, o assoluta. In subordine Donadio si è detto favorevole all'accoglimento della richiesta di revoca.

Il parere negativo della Dna qualche settimana fa

Solo qualche mese fa la Direzione Nazionale aveva espresso parere negativo al Guardasigilli sostenendo che Provenzano è ancora capace di mandare messaggi all'esterno e quindi resta un soggetto pericoloso, requisito che la legge richiede per il mantenimento del regime detentivo speciale. Quella della revoca del 41 bis è solo una delle strade che i legali stanno percorrendo. Nei mesi scorsi è stata presentata al tribunale di sorveglianza di Bologna un'istanza di sospensione dell'esecuzione della pena motivata con le gravissime condizioni di salute del boss. La richiesta è stata respinta e i giudici hanno ribadito la pericolosità del capomafia. Pende ancora, invece, davanti alla Corte europea dei Diritti dell'Uomo un ricorso in cui i legali chiedono la condanna dell'Italia per "il trattamento carcerario disumano" che sarebbe imposto a Provenzano. La Corte ha chiesto una serie di documenti e approfondimenti al Governo italiano.

rainews24.rai.it

Provenzano, negata revoca del 41-bis, per Tribunale di Sorvegliana guida ancora la mafia

 

Direzione Nazionale Antimafia contraria alla revoca del 41bis a Bernardo Provenzano

 

Provenzano verso la revoca del 41bis: c'è il parere favorevole delle Procure

 

Procura di Parma: Provenzano è incapace di sostenere un colloquio

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”

10 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta