Maggio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2017  
  Archivio riviste    
Riacciuffato l'ex della mala del Brenta: era evaso dai domiciliari a dicembre

Polizia Penitenziaria - Riacciuffato l'ex della mala del Brenta: era evaso dai domiciliari a dicembre


Notizia del 21/03/2016 - PADOVA
Letto (1082 volte)
 Stampa questo articolo


Il blitz scatta prima dell'alba di venerdì: gli agenti della squadra mobile di Padova, con la collaborazione dei colleghi della mobile di Venezia, hanno catturato e arrestato Ercole Salvan, veneziano di 53 anni, latitante ed ex membro della Mala del Brenta. Le manette sono scattate per evasione e perché da tempo ricercato: su di lui pendeva un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emesso dalla procura di Padova.

L'ultima volta che "Ercolino" era finito in carcere era stato il 19 ottobre, dopo che era stato sorpreso in flagranza insieme a due complici mentre preparava una rapina in banca a Villatora di Saonara (Padova). I tre erano stati fermati, armi in pugno, pronti per entrare in azione in un'agenzia della banca di Credito Cooperativo di Sant'Elena. Lui era rimasto in cella per pochi giorni, poi la sospensione della pena carceraria gli aveva permesso di essere trasferito ai domiciliari, a Sant'Angelo di Piove di Sacco. Da casa, però, era fuggito lo scorso 29 dicembre - sapendo che sarebbe tornato in carcere per scontare il cumulo pene - rendendosi latitante.

Il covo dove si nascondeva il 53enne è stato individuato in via Oriago a Chirignago: oltre un cancello carraio ed un ampio cortile interno, vi si trova un edificio che ospita al piano terra un ex salumificio e a quello superiore un'abitazione. Il blitz, avvenuto alle 3, ha visto impegnati 15 poliziotti ed è durato appena 6 minuti. Massimo il livello di cautela adottato dalle forze dell'ordine, visto che il delinquente non è nuovo a reazioni anche violente: gli agenti hanno sfondato il portone d'ingresso al piano terra con un ariete, poi si sono portati al piano superiore e hanno fatto lo stesso con un'altra porta, trovando il latitante nella stanza. Con lui c'era I.G., 65enne di origine lombarda ma lì residente, commerciante nel settore dei salumi: è stato arrestato per favoreggiamento e posto agli arresti domiciliari, di fatto era l'affittuario che gli dava ospitalità.

Non si tratta del solo rifugio rimediato da Salvan nel corso della sua latitanza (su questo aspetto della vicenda sono in corso ulteriori indagini). L'uomo, favorito dall'appoggio di amici e familiari, negli ultimi mesi avrebbe trovato altri covi in cui nascondersi e avrebbe continuato a frequentare Chirignago e il Piovese. Indagini sono in corso per risalire ad eventuali altri nascondigli.

Salvan è uno degli storici collaboratori della banda di Felice Maniero, con numerosi precedenti per rapina e diverse accuse di omicidio, da cui però è stato sempre assolto. Tra gli episodi che hanno segnato la sua lunga carriera criminale quello più noto resta un inseguimento lungo l'autostrada Valdastico alla fine degli anni Novanta, in cui rimase ferito ad un gluteo da un proiettile. Ora, portato al carcere Due Palazzi di Padova, deve scontare 7 anni e 3 mesi come cumulo pene per una serie di rapine a furgoni portavalori.

VeneziaToday.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

4 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

5 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

6 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

7 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

8 Condanna definitiva per due ex Poliziotti penitenziari: facevano pervenire lettere e cellulari ai detenuti camorristi

9 Perquisizione nel carcere di Rimini: 5 telefonini, 3 grammi di hashish, 2 coltelli rudimentali, una chiavetta USB

10 Gratteri sulle indagini del Cara di Crotone: mi meraviglia che l''agente penitenziario arrestato sia solo ai domiciliari


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Dimissioni dei comandanti di GOM e NIC? … Cosa sta succedendo al DAP?

4 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

5 Il Dap prossimo venturo. Arriva un nuovo vice capo Dap, avvicendamento di tre Provveditori e movimenti per una cinquantina di dirigenti penitenziari con incarico superiore

6 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

7 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

8 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

9 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

10 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza