Aprile 2020
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2020  
  Archivio riviste    
Riaperto "Luigi Daga" di Laureana di Borrello, SAPPE: e ora più personale

Polizia Penitenziaria - Riaperto


Notizia del 30/09/2013 - CATANZARO
Letto (2025 volte)
 Stampa questo articolo


Questa mattina il personale della Polizia Penitenziaria ha effettuato il trasferimento dei detenuti alla Casa di Reclusione di Laureana di Borrello dopo che il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, ne aveva disposto ufficialmente la riapertura.

Lo rendono noto Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Damiano Bellucci, segretario nazionale. I detenuti trasferiti sono 20, si tratta di condannati in espiazione di pena che si trovavano ristretti nell'istituto penitenziario di Arghillà. A distanza di un anno esatto, infatti la struttura era stata chiusa il 28 settembre dello scorso anno, ritorna in funzione l'istituto voluto dall'allora Provveditore regionale Paolo Quattrone.

"Dopo le attività preparatorie - affermano i sindacalisti - per la riapertura della struttura di Laureana di Borrello, con l'assegnazione ed il trasferimento dei primi detenuti dovrebbero riprendere regolarmente tutte le attività della struttura penitenziaria che era stata chiusa esattamente un anno fa, con un provvedimento d'urgenza, per fronteggiare, secondo quanto sostenuto dal Provveditorato Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria, l'insostenibile carenza di personale di Polizia Penitenziaria necessario per garantire la corretta gestione delle traduzioni dei detenuti nelle udienze per la celebrazione dei processi.

Viene così mantenuto l'impegno assunto dal Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri il 23 luglio scorso nel corso della visita a Reggio Calabria per l'inaugurazione, tra l'altro, anche della nuova struttura penitenziaria di Arghillà".
"Ci auguriamo, adesso, che vengano assunti precisi impegni - proseguono - anche per quanto riguarda l'assegnazione in pianta stabile, a Laureana di Borrello, di un adeguato contingente di personale del Corpo, attraverso il trasferimenti degli interessati che sono utilmente collocati nella vigente graduatoria trasferimenti.

È evidente, infatti, che non è possibile continuare nell'attivazione di nuovi istituti, padiglioni, sezioni e servizi vari, senza un indispensabile integrazione del personale di Polizia Penitenziaria in servizio nella regione Calabria che, già allo stato, patisce una consistente insufficienza delle risorse umane disponibili. Ciò determina il continuo ricorso al lavoro straordinario, peraltro retribuito con notevole ritardo, notevoli difficoltà nella concessione del congedo e dei riposi al personale ed un notevole carico di lavoro a causa del continuo accorpamento dei posti di servizio".

ANSA

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE CALABRIA
Statistiche carceri Regione Calabria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

2 Stipendi comparto Difesa e Forze dell''Ordine, arretrati a maggio, ecco le cifre

3 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

4 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

5 Detenuto scatenato a Santa Bona: feriti cinque agenti di Polizia Penitenziaria

6 I Carabinieri Nas alla Dozza. Mensa della penitenziaria nel mirino

7 I giudici litigano tra loro, 28 boss e affiliati escono dal carcere

8 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato

9 Caso Cucchi, carabiniere accusa colleghi: "Dopo botte scaricarono su penitenziaria"

10 Evaso detenuto di Opera, rischio terrorismo islamico. Ricercato in tutta Italia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Lavoro di Stato

3 Fermate il mal di vivere dei poliziotti penitenziari!

4 Dopo aver depotenziato il regime detentivo, ora si vogliono metter fuori altri detenuti

5 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

6 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

7 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

8 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

9 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco

10 Sindacalismo e Agenti di Custodia. Un’occasione per conoscere la nostra storia (*)