Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Rissa e lancio di oggetti tra detenuti a Trieste: la Polizia Penitenziaria usa gli idranti per riportare ordine

Polizia Penitenziaria - Rissa e lancio di oggetti tra detenuti a Trieste: la Polizia Penitenziaria usa gli idranti per riportare ordine


Notizia del 29/01/2016 - TRIESTE
Letto (1618 volte)
 Stampa questo articolo


Maxi rissa in carcere tra detenuti di origine rumena e magrebina. Ferito in maniera grave un detenuto al quale con un calcio è stata spaccata la milza. È stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Cattinara. È successo l’altro pomeriggio nel terzo tratto del secondo piano. E non è stato semplice per gli agenti della Polizia Penitenziaria riportare l’ordine.

Tutto è iniziato con uno screzio, forse una battuta, non gradita siuramente. Ma in un clima particolarmente teso è stata come una miccia. Così dalle parole i protagonisti di quella che poi è diventata una rissa da far west sono passati alle botte. È stato un fuggi fuggi generale con il lancio di oggetti come sgabelli, mazze di scopa, caffettiere, bombolette da fornello.

Nella rissa è stata coinvolta una decina di reclusi sui 40 che sono ristretti in quell’ala. Tutto questo mentre per riportare l’ordine sono stati usati gli idranti dagli agenti. Il detenuto ferito è stato trasportato da un’ambulanza del 118 al Pronto soccorso. Attualmente nel carcere vivono 195 detenuti (comprese 19 donne). La capienza complessiva è di 139 posti letto. Sono 110 gli stranieri presenti.

Non nasconde le sue preoccupazioni per l’accaduto Giovanni Altomare, segretario regionale sindacato Sappe, che ha reso noto l’accaduto: «Solamente grazie al pronto intervento dei colleghi è stato interrotto il lancio di oggetti con l’ausilio dell'idrante, per poi consentire loro di rinchiudere immediatamente i detenuti nelle rispettive celle per ripristinare l’ordine». Continua: «I baschi azzurri della Penitenziaria sono stati bravi a evitare gravi conseguenze. A loro va l’apprezzamento e la solidarietà del sindacato Sappe».

Aggiunge Donato Capece, segretario generale dello stesso sindacato: «Le carceri sono più sicure assumendo gli agenti di Polizia Penitenziaria che mancano, finanziando gli interventi per far funzionare i sistemi antiscavalcamento, potenziando i livelli di sicurezza, espellendo i detenuti stranieri. Altro che la vigilanza dinamica, che vorrebbe meno ore i detenuti in cella senza però fare alcunchè. Al superamento del concetto dello spazio di perimetrazione della cella e alla maggiore apertura per i detenuti deve associarsi la necessità che questi svolgano attività lavorativa e che il personale di Penitenziaria sia esentato da responsabilità derivanti da un servizio svolto in modo dinamico». Poi chiude: «Le idee e i progetti dell’amministrazione penitenziaria, in questa direzione, si confermano ogni giorno di più fallimentari e sbagliati così come ribadiamo che per il Sappe è fondamentale espellere i detenuti stranieri facendo scontare loro la pena nelle prigioni dei paesi di origine».

ilpiccolo.gelocal.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA
Statistiche carceri Regione Friuli-Venezia Giulia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

9 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario

10 Nuovi particolari su evasione da Frosinone: i complici sono saliti sul muro di cinta con una scala


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?