Maggio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2017  
  Archivio riviste    
Rissa tra detenuti albanesi e marocchini nel carcere di Potenza: Polizia Penitenziaria evita il peggio

Polizia Penitenziaria - Rissa tra detenuti albanesi e marocchini nel carcere di Potenza: Polizia Penitenziaria evita il peggio


Notizia del 08/05/2014 - POTENZA
Letto (2554 volte)
 Stampa questo articolo


Il Sappe, sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria, lancia un nuovo allarme sulla situazione del carcere di Potenza in condizioni di sovraffollamento. Questa mattina, fa sapere la sigla sindacale, si e' accesa una rissa tra detenuti di nazionalita' marocchina ed albanese non appena gli stessi hanno avuto accesso ai cortili per la permanenza all'aperto.

"Soltanto l'immediato intervento di tutto il personale di Polizia Penitenziaria in servizio ha evitato il peggio e, mettendo a rischio la propria incolumita', ha saputo egregiamente riportare l'ordine e la sicurezza nel reparto detentivo - sostiene Saverio Brienza, segretario regionale del Sappe -. Questo e' avvenuto soltanto a distanza di pochi giorni quando altri detenuti, venendo alle mani, hanno colpito anche un assistente capo di Polizia Penitenziaria costringendolo alle cure presso il pronto soccorso dell'ospedale San Carlo di Potenza. E' una situazione che si fa sempre piu' incandescente, soprattutto da quando la popolazione detenuta da qualche mese e' raddoppiata, nonostante la fortissima carenza di personale nel capoluogo lucano".

Il sindacato ha chiesto all'amministrazione penitenziaria di "fronteggiare l'emergenza di Potenza anche con altri provvedimenti come ad esempio quello di pensare alla costruzione di un nuovo istituto e quello di inviare con immediatezza personale per rinforzare l'attuale organico che non riesce piu' a gestire una situazione ormai al collasso".

In effetti , dice Brienza, mentre l’Amministrazione Penitenziaria si inventa assurde teorie trattamentali nei confronti dei detenuti , del tutto lontane da quelle che dovrebbero, invece, tendere a garantire maggiore sicurezza all’interno dei penitenziari italiani , il personale del Corpo di Polizia Penitenziaria, come quello potentino, è costretto a fronteggiare continue emergenze che sfociano in violenze e atti turbativi alla sicurezza che vengono poste in essere da chi abitualmente delinque e non ha molto da perdere.

I vertici dell’Amministrazione Penitenziaria di Roma , però, vivendo in una realtà molto lontana dalla quella decentrata, dove non sono certamente loro a sostenere gli episodi di criticità, dove non sono certamente loro ad intervenire in situazioni di violenza e di pericolo, nella totale cecità sia per la carenza di organico della Polizia Penitenziaria, sia di risorse economiche che di mezzi, hanno predisposto che tutti gli istituti di pena devono creare reparti dove i detenuti devono avere la totale libertà di muoversi, pur essendo tali reparti privi di sistemi di allarme, privi di adeguata strumentazione di video sorveglianza, di antiaggressione e di antiscavalcamento murario.

In pratica i reclusi , vengono aperti dalle proprie celle ogni mattina e vengono rinchiusi la sera , trascorrendo le giornate nel dolce far niente o peggio , nell’organizzare risse, violenze sui più deboli , magari evasioni e tanto altro ancora.

liberoquotidiano.it - Sappeinforma

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE BASILICATA
Statistiche carceri Regione Basilicata







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 Imboscata ad Agente penitenziario: c''è un problema in bagno e quando arriva i detenuti lo aggrediscono

4 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

5 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

6 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

7 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

8 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

9 Perquisizione nel carcere di Rimini: 5 telefonini, 3 grammi di hashish, 2 coltelli rudimentali, una chiavetta USB

10 Serve sangue per la figlia di un collega: coinvolta in un incidente a Cosenza è in coma


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Dimissioni dei comandanti di GOM e NIC? … Cosa sta succedendo al DAP?

4 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

5 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

6 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

7 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

8 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

9 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza

10 Ministro Orlando vigili affinchè il DAP non ritardi anche nell’attuazione del riallineamento