Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Rivolta Bolzano: Capece (Sappe), la rivolta testimonia gravità situazione

Notizia del 23/01/2012 - BOLZANO

Rivolta Bolzano: Capece (Sappe), la rivolta testimonia gravità situazione

letto 2084 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

"La rivolta accaduta nel pomeriggio nel carcere di Bolzano testimonia drammaticamente la situazione nella quale versano gli Istituti penitenziari italiani". Lo dichiara Donato Capece, segretario generale del Sindacato autonomo polizia penitenziaria SAPPE, commentando la rivolta di una cinquantina di detenuti scoppiata nel pomeriggio nel carcere di Bolzano. I reclusi hanno appiccato alcuni fuochi in una sezione.

Dopo l'intervento delle forze di polizia, che hanno circondato il penitenziario, la situazione e' tornata alla normalita'. "E' ora che tutti - attacca Capece -, a cominciare dai vertici nazionali e regionali dell'Amministrazione penitenziaria, abbiano piena consapevolezza del problema ed affrontino l'emergenza in atto con provvedimenti seri e concreti, certo non varando disposizioni allo stato improponibili come la classificazione dei detenuti secondo codici colorati di pericolosita' e il permettere loro di girare liberamente nelle strutture detentive, oggi tutte sovraffollate e nel contempo spesso fatiscenti".

"Un classico esempio - dice il segretario generale del SAPPE - di come la pratica - fatta di rivolte, aggressioni, suicidi e tentativi di suicidio, risse, evasioni e tensioni continue nelle carceri italiane, con i poliziotti penitenziari in prima linea a contrastare la violenza di una parte, ancorche' minoritaria, di detenuti - sia ben altra cosa rispetto alla teoria. Forse i vertici del Dap non hanno ben chiara la situazione o sono colpevolmente distratti… E intanto le carceri sono ogni giorno sempre piu' incandescenti sono i profili della sicurezza".

Capece rinnova alcune proposte del SAPPE: "Oggi la polizia penitenziaria ha carenze organiche quantificate in piu' di settemila unita'. Abbiamo bisogno di una nuova politica della pena. Bisogna ripensare il carcere e l'istituzione penitenziaria, favorendo un maggiore ricorso alla misure alternative alla detenzione e l'adozione di procedure di controllo mediante strumenti elettronici".

"Rendiamo concreta - propone ancora Capece - la possibilita' che i detenuti stranieri (come i rivoltosi di Bolzano) scontino la pena nelle carceri del proprio Paese d'origine. Ancora: circa 20mila degli attuali detenuti sono condannati a pene inferiori a tre anni. Questi detenuti con pena inferiore ai tre anni potrebbero essere affidati ai servizi sociali e impiegati in lavori socialmente utili. Mi sembra che il governo Monti, con il ministro Guardasigilli Severino, voglia affrontare questa grave criticita' nazionale. Ma si faccia qualcosa, altrimenti - conclude il segretario generale del SAPPE - rischiamo davvero l'implosione delle carceri italiane".

www.ilvelino.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE
Statistiche carceri Regione Trentino-Alto Adige







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

2 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

3 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

4 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

7 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

8 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà

9 Boss mafiosi nella stessa cella e a colloqui con le loro famiglie nello stesso momento: così impartivano ordini dal carcere di Padova

10 Carcere di Salerno: detenuti si lanciano olio bollente, Agente ferito con arma da taglio, telefonino e chiavetta usb


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

3 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

4 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

5 In ricordo dell’assistente capo Salvatore De Luca

6 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

7 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

8 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

9 Videoconferenze tra DAP e periferia: ogni tanto una buona notizia

10 Lotta alle mafie: le parole di chi non ha omesso il carcere e la Polizia Penitenziaria