Aprile 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2018  
  Archivio riviste    
Rivolta nel carcere di Bolzano: il GIP convoca Agenti e detenuti per incidente probatorio

Polizia Penitenziaria - Rivolta nel carcere di Bolzano: il GIP convoca Agenti e detenuti per incidente probatorio


Notizia del 04/11/2012 - BOLZANO
Letto (2934 volte)
 Stampa questo articolo


Fissata la data per l’incidente probatorio che dovrà fare chiarezza su cosa sia realmente accaduto il giorno della rivolta all’interno del carcere: lunedì il giudice delle indagini preliminari Walter Pelino sentirà dodici agenti della Polizia Penitenziaria e ventiquattro detenuti, che si sono costituiti parte civile nell’indagine. La rivolta era scoppiata il 23 gennaio scorso: erano stati incendiati materassi, vestiti, cibo e carta.
 
Quattro persone erano rimaste intossicate ed erano state trasportate all’ospedale per essere medicate. Un intero piano era stato dichiarato inagibile e i danni ammontavano a 20 mila euro. Settanta detenuti erano stati spostati in altre strutture carcerarie. Sin dall’inizio il sostituto procuratore Axel Bisignano ha aperto due inchieste parallele sulla vicenda: la prima vede tra gli indagati sei detenuti, che dovranno rispondere di danneggiamento aggravato e incendio doloso.

La seconda, invece, non è stata ancora conclusa. Lunedì - ma con ogni probabilità anche martedì - il gip sentirà le dichiarazioni di dodici poliziotti, che al momento della rivolta si trovavano in servizio. Infine raccoglierà le deposizioni dei ventiquattro detenuti che si sono costituiti parte civile, denunciando di essere stati maltrattati e picchiati ingiustamente.

Il secondo filone era stato aperto proprio dopo che un giovane magrebino aveva dichiarato di essere stato picchiato dagli agenti della Polizia Penitenziaria prima dei disordini. Aveva spiegato che i detenuti si erano innervositi, dando vita alla rivolta a causa della presunta aggressione. Per il momento, in mano agli inquirenti, c’è solo un certificato medico, che riporta la data della rivolta.

Secondo la documentazione, il giovane detenuto sarebbe caduto dalle scale procurandosi ferite alla schiena e al volto. Il giorno dei disordini - in mattinata - il magrebino afferma di essere stato convocato presso l’ufficio matricola. Gli agenti gli avrebbero notificato un’ulteriore sentenza, confermandogli di fatto che la sua permanenza si sarebbe prolungata. Ma il detenuto avrebbe iniziato ad agitarsi, spiegando che doveva trattarsi di un malinteso. Da questo momento le versioni cambiano: il marocchino dice di essere stato picchiato. Gli agenti dicono di averlo riportato in cella.
 
Alto Adige
 
 
 
 
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE
Statistiche carceri Regione Trentino-Alto Adige







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

2 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

3 Stipendi comparto Difesa e Forze dell''Ordine, arretrati a maggio, ecco le cifre

4 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

5 Detenuto scatenato a Santa Bona: feriti cinque agenti di Polizia Penitenziaria

6 I Carabinieri Nas alla Dozza. Mensa della penitenziaria nel mirino

7 Forze Armate e di Polizia: ecco cosa prevede il contratto di Governo Lega-M5S

8 I giudici litigano tra loro, 28 boss e affiliati escono dal carcere

9 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato

10 Caso Cucchi, carabiniere accusa colleghi: "Dopo botte scaricarono su penitenziaria"


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Fermate il mal di vivere dei poliziotti penitenziari!

3 Dopo aver depotenziato il regime detentivo, ora si vogliono metter fuori altri detenuti

4 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

5 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

6 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

7 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

8 La perquisizione straordinaria

9 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco

10 Sindacalismo e Agenti di Custodia. Un’occasione per conoscere la nostra storia (*)