Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Sacra corona unita, bossa al 41bis continuava a dare ordini dal carcere di Brindisi

Polizia Penitenziaria - Sacra corona unita, bossa al 41bis continuava a dare ordini dal carcere di Brindisi


Notizia del 20/09/2012 - BRINDISI
Letto (3641 volte)
 Stampa questo articolo


Dava ordini dal carcere di Secondigliano dove è rinchiuso da lungo tempo il capo storico della Sacra Corona Unita Salvatore Buccarella, di 54 anni, destinatario oggi di un’ordinanza di custodia in carcere insieme a sua moglie, suo figlio e suo padre 85/enne e ad altre persone: farebbero tutti parte di una associazione per delinquere di stampo mafioso dedita alle estorsioni ai danni delle imprese che operano nell’ambito delle energie alternative nel brindisino. 

Complessivamente l’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata eseguita dai carabinieri nei confronti di 16 persone. Il padre di Buccarella ha ottenuto i domiciliari. 

Secondo quanto accertato dagli investigatori, tra l’altro, nel territorio brindisino e in tutto il Salento regna una sorta di 'pax mafiosà. Lo hanno infatti rivelato i cinque collaboratori di giustizia, le cui dichiarazioni sono state determinanti per chiudere il cerchio sull'esistenza della organizzazione. Lo ha ribadito oggi il procuratore della Dda Cataldo Motta ai giornalisti, e ne si trova riscontro nell’ordinanza di custodia cautelare notificata ai 16 presunti affiliati al clan capeggiato da Salvatore Buccarella, in carcere dall’inizio degli anni Novanta, per lungo tempo sottoposto al 41 bis e comunque in grado di coordinare dal carcere le attività in zona attraverso la moglie Antonia, detta 'Nettà e il figlio Angelo, oltre che l’anziano padre Giovanni. 

Il territorio – secondo quanto accertato – è ripartito in maniera tale che, pur senza alcun rito o giuramento, ognuno degli affiliati, da ritenersi tale perchè opera in favore del sodalizio, ha un suo ruolo e una sua zona di competenza. Le donne non hanno un ruolo marginale. È la moglie di Salvatore Buccarella, Antonia Caliandro, che si reca in carcere per i colloqui e che acquisisce le direttive e riferisce le informazioni. È sempre lei che insieme al figlio, Angelo, va dall’attuale collaboratore Ercole Penna per chiedere lumi su un attentato dinamitardo compiuto da altri a Brindisi, città controllata da Francesco Campana, altro elemento di spicco della Scu in carcere dall’aprile 2011. Ed è nella masseria dei Buccarella che si trova a Tuturano, frazione di Brindisi, che vi fu una 'riunionè nella quale Campana parlò agli altri di riappacificazione, dicendo che «nel rispetto del territorio di ciascuno, ognuno avrebbe continuato a fare il suo senza pestare i piedi all’altro». 

Lo scopo delle estorsioni è il reperimento dei soldi per mantenere i detenuti e le rispettive famiglie. E poi ci sono i «pensierini» che vengono spontaneamente versati ai famigliari di Buccarella e poi distribuiti. Emblematica è l'intercettazione telefonica in cui uno dei componenti del sodalizio dice, battendo cassa: «Ho due fratelli in carcere, un figlio detenuto e uno in attesa di processo».

lagazzettadelmezzogiorno.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

7 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

8 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

9 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

10 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Le proteste pretestuose

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!