Maggio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2017  
  Archivio riviste    
Sacra corona unita, bossa al 41bis continuava a dare ordini dal carcere di Brindisi

Polizia Penitenziaria - Sacra corona unita, bossa al 41bis continuava a dare ordini dal carcere di Brindisi


Notizia del 20/09/2012 - BRINDISI
Letto (3596 volte)
 Stampa questo articolo


Dava ordini dal carcere di Secondigliano dove è rinchiuso da lungo tempo il capo storico della Sacra Corona Unita Salvatore Buccarella, di 54 anni, destinatario oggi di un’ordinanza di custodia in carcere insieme a sua moglie, suo figlio e suo padre 85/enne e ad altre persone: farebbero tutti parte di una associazione per delinquere di stampo mafioso dedita alle estorsioni ai danni delle imprese che operano nell’ambito delle energie alternative nel brindisino. 

Complessivamente l’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata eseguita dai carabinieri nei confronti di 16 persone. Il padre di Buccarella ha ottenuto i domiciliari. 

Secondo quanto accertato dagli investigatori, tra l’altro, nel territorio brindisino e in tutto il Salento regna una sorta di 'pax mafiosà. Lo hanno infatti rivelato i cinque collaboratori di giustizia, le cui dichiarazioni sono state determinanti per chiudere il cerchio sull'esistenza della organizzazione. Lo ha ribadito oggi il procuratore della Dda Cataldo Motta ai giornalisti, e ne si trova riscontro nell’ordinanza di custodia cautelare notificata ai 16 presunti affiliati al clan capeggiato da Salvatore Buccarella, in carcere dall’inizio degli anni Novanta, per lungo tempo sottoposto al 41 bis e comunque in grado di coordinare dal carcere le attività in zona attraverso la moglie Antonia, detta 'Nettà e il figlio Angelo, oltre che l’anziano padre Giovanni. 

Il territorio – secondo quanto accertato – è ripartito in maniera tale che, pur senza alcun rito o giuramento, ognuno degli affiliati, da ritenersi tale perchè opera in favore del sodalizio, ha un suo ruolo e una sua zona di competenza. Le donne non hanno un ruolo marginale. È la moglie di Salvatore Buccarella, Antonia Caliandro, che si reca in carcere per i colloqui e che acquisisce le direttive e riferisce le informazioni. È sempre lei che insieme al figlio, Angelo, va dall’attuale collaboratore Ercole Penna per chiedere lumi su un attentato dinamitardo compiuto da altri a Brindisi, città controllata da Francesco Campana, altro elemento di spicco della Scu in carcere dall’aprile 2011. Ed è nella masseria dei Buccarella che si trova a Tuturano, frazione di Brindisi, che vi fu una 'riunionè nella quale Campana parlò agli altri di riappacificazione, dicendo che «nel rispetto del territorio di ciascuno, ognuno avrebbe continuato a fare il suo senza pestare i piedi all’altro». 

Lo scopo delle estorsioni è il reperimento dei soldi per mantenere i detenuti e le rispettive famiglie. E poi ci sono i «pensierini» che vengono spontaneamente versati ai famigliari di Buccarella e poi distribuiti. Emblematica è l'intercettazione telefonica in cui uno dei componenti del sodalizio dice, battendo cassa: «Ho due fratelli in carcere, un figlio detenuto e uno in attesa di processo».

lagazzettadelmezzogiorno.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

4 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

5 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

6 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

7 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

8 Condanna definitiva per due ex Poliziotti penitenziari: facevano pervenire lettere e cellulari ai detenuti camorristi

9 Perquisizione nel carcere di Rimini: 5 telefonini, 3 grammi di hashish, 2 coltelli rudimentali, una chiavetta USB

10 Gratteri sulle indagini del Cara di Crotone: mi meraviglia che l''agente penitenziario arrestato sia solo ai domiciliari


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Dimissioni dei comandanti di GOM e NIC? … Cosa sta succedendo al DAP?

4 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

5 Il Dap prossimo venturo. Arriva un nuovo vice capo Dap, avvicendamento di tre Provveditori e movimenti per una cinquantina di dirigenti penitenziari con incarico superiore

6 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

7 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

8 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

9 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

10 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza