Maggio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2017  
  Archivio riviste    
Sangue nelle scarpe del detenuto suicida a marzo 2011 e testimone di un processo agli agenti

Notizia del 07/01/2012 - BARI

Sangue nelle scarpe del detenuto suicida a marzo 2011 e testimone di un processo agli agenti

letto 2438 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

C’è forse un giallo che potrebbe riaprire il caso della morte di Carlo Saturno, il detenuto manduriano trovato in fin di vita il 29 marzo del 2011 nel carcere di Bari e ricoverato in rianimazione dove morì otto giorni dopo. In una delle sue scarpe sono state trovate macchie di sangue di cui s’ignorava la presenza. Il giovane, che aveva 22 anni, fu trovato impiccato alla sbarra del letto e non presentava ferite sanguinanti. A scoprire le tracce sono stati i familiari quando hanno ritirato gli effetti personali dal penitenziario barese.

Il sangue, copioso e oramai raggrumato ma, a quanto dicono i parenti, riconoscibilissimo, si troverebbe all’interno della scarpa e non all’esterno «come se qualcuno avesse provveduto a pulirla», sostengono i fratelli di Saturno che hanno depositato il reperto alla procura della Repubblica di Bari dove è ancora in corso un inchiesta per istigazione al suicidio condotta dai pubblici ministeri Pasquale Drago e Isabella Ginefra. L’avvocatessa Tania Rizzo, del foro di Lecce, che rappresenta una delle sorelle Saturno, ha già chiesto una perizia che identifichi la natura ed eventualmente l’appartenenza del sangue.

Saturno era in carcere in attesa di giudizio perché accusato di furto ed era, tra l'altro, vittima-testimone nel processo in corso a Lecce a carico di nove agenti di polizia penitenziaria dell’istituto minorile accusati di violenze su di lui ed altri minori detenuti avvenute nel 2006. Il suo presunto suicidio non convinse il magistrato di turno che chiese l’esame autoptico il cui esito non è ancora noto ai familiari né ai loro legali. Il giorno prima che s’impiccasse, Saturno aveva avuto un furioso scontro con due agenti di custodia. Per quella colluttazione che ad una delle guardie costò la frattura di una mano, il detenuto incassò un nuovo ordine di carcerazione. Questa vicenda alimentò i sospetti dei parenti che arrivarono ad ipotizzare un pestaggio seguito dall’omicidio del loro congiunto. Accusa questa sempre respinta dalla categoria con le stellette. «Voglio ricordare che l’inchiesta è ancora in corso - dice l’avvocatessa Rizzo - e i sindacati della polizia penitenziaria farebbero bene a vigilare per isolare e denunciare gli episodi di aggressività che molti processi e sentenze stanno portando alla luce. Questo anche a tutela della loro stessa categoria».

corrieredelmezzogiorno.corriere.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 Imboscata ad Agente penitenziario: c''è un problema in bagno e quando arriva i detenuti lo aggrediscono

4 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

5 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

6 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

7 Serve sangue per la figlia di un collega: coinvolta in un incidente a Cosenza è in coma

8 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

9 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

10 Perquisizione nel carcere di Rimini: 5 telefonini, 3 grammi di hashish, 2 coltelli rudimentali, una chiavetta USB


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Dimissioni dei comandanti di GOM e NIC? … Cosa sta succedendo al DAP?

4 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

5 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

6 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

7 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

8 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

9 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza

10 Ministro Orlando vigili affinchè il DAP non ritardi anche nell’attuazione del riallineamento