Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Sanità nelle carceri, il punto dopo 7 anni dalla riforma

Polizia Penitenziaria - Sanità nelle carceri, il punto dopo 7 anni dalla riforma


Notizia del 14/01/2015 - ROMA
Letto (1112 volte)
 Stampa questo articolo


Un focus sullo stato dei detenuti a quasi sette anni dalla riforma che ha trasferito dal ministero di Giustizia al Servizio Sanitario nazionale, quindi alle Regioni, le competenze in tema di tutela della salute e assistenza sanitaria. Questo l’intento di un convegno organizzato ieri a Napoli presso la Casa Circondariale di Poggioreale dalla Comunità di Sant’Egidio e dal Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria della Campania. Presenti, tra gli altri, il ministro della Giustizia Andrea Orlando, il presidente della Campania Stefano Caldoro, il vice capo Gabinetto del ministero di via Arenula, già vice capo del Dap, Francesco Cascini, il direttore dell’Asl Napoli 1 Ernesto Esposito.

Per Antonio Mattone, presidente della Comunità di Sant’Egidio, si è trattato di una riforma “sacrosanta” seppur non completata (la Sicilia non l’ha ancora recepita) perché ha “sancito il diritto, per il cittadino detenuto, di ricevere prestazioni in materia di diagnosi, sanità e cura, al pari del cittadino libero”. Mattone ha ricordato che, proprio per sostenere e stimolare il processo di riforma, nel dicembre 2008 è stato istituito un Forum Nazionale per il diritto alla salute delle persone private della libertà personale “cui hanno aderito operatori della sanità pubblica, della giustizia, del terzo settore, del volontariato, del mondo sindacale in modo volontaristico”.

L’obiettivo, ha spiegato, “è di tenere alta l’attenzione sulla sanità penitenziaria” affinché non resti un tema esclusivo “per gli addetti ai lavori” e soprattutto non assuma “grande rilevanza solo quando si parla di eventi tragici”.Per il governatore Caldoro il tema va inserito nel più ampio contesto della sanità in quanto tale (che in Campania ha colmato il disavanzo) con il “superamento dell’attuale status di federalismo” che continua a registrare “un divario ampio fra Nord e Sud Italia. Un divario strutturale e incolmabile perché oggi ognuno difende il proprio territorio”. Il messaggio è semplice: “bisogna trovare un meccanismo solidale che non abbia le rigidità del sistema burocratico” e bisogna “studiare sistemi alternativi per garantire il diritto alla salute di chi è più debole”. E sulla questione degli OPG (Ospedali Psichiatrici Giudiziari) Caldoro ha affermato che la Campania è pronta a dimostrare solidarietà. Un tema scottante, quello degli OPG, ripreso dal ministro Orlando quando ha ricordato che “la Campania è stata una delle regioni che ha dato risposte in tempi rapidi e convincenti, superando, in questo, il divario Nord- Sud” sottolineando che, dopo l’ultima proroga, la chiusura va completata entro il 2015 e, “se questo non avvenisse, siamo pronti a commissariare le Regioni”.

Per il ministro è necessario lavorare costruendo “un fronte comune” fra istituzioni, addetti ai lavori, economisti e anche intellettuali per una vera e propria “battaglia culturale” che contribuisca a modificare l’approccio al problema “anche andando controcorrente”. Un percorso avviato, ha ricordato Orlando, per il quale “è stato fondamentale il messaggio del Papa” così come è stato “fondamentale quanto detto più volte sul tema in questi 9 anni dal Presidente Giorgio Napolitano”.

contattonews

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa