Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Sarà abbattuto l'ex stabilimento balneare della Polizia Penitenziaria a Catania

Polizia Penitenziaria - Sarà abbattuto l'ex stabilimento balneare della Polizia Penitenziaria a Catania


Notizia del 14/06/2014 - CATANIA
Letto (2694 volte)
 Stampa questo articolo


Un’ex colonia in cemento armato per bambine che farà spazio a un nuovo lido e al naturale fondale sabbioso della Playa di Catania. E’ il risultato dell’avvio ai lavori di abbattimento di questa mattina delle otto strutture che formavano l’ex colonia del Collegio Maria Ausiliatrice, azzeramento voluto dall’assessore regionale per il Territorio e Ambiente Mariarita Sgarlata. Sotto lo slogan: «Via gli ecomostri dalla Playa». In questo caso, circa diecimila metri cubi di cemento armato, edificati dal 1971 al 2002, e che adesso diventeranno uno stabilimento balneare, con spazi verdi e giochi per bambini.

«Oggi restituiamo un’area identitaria per Catania alla città e soprattutto alle generazioni future», ha commentato l’assessore Sgarlata. Che si è detta felice anche dell’impronta legalitaria dell’iniziativa, testimoniata dalla partecipazione all’abbattimento di due magistrati della procura etnea: Giuseppe Gennaro e Giuseppe Toscano. Un intervento di decementificazione che si inserisce in una serie di operazioni predisposte dall’ufficio etneo del Demanio marittimo – sotto cui l’ex colonia è tornata nel 2013 – insieme al Genio civile a alla soprintendenza ai Beni culturali. «Abbiamo ripreso con il Demanio quel patto territoriale che era rimasto interrotto per oltre un decennio», continua Sgarlata.

«Voglio anche sottolineare che l’intervento sarà a costo zero per la Regione perché è la società concessionaria che sosterrà tutte le spese», conclude l’assessore. A occuparsi di tutto è stata infatti la ditta Ventura Carmelo Alessandro, che continuerà a occuparsi della riqualificazione dell’area, così come della realizzazione di uno stabilimento balneare. All’ingresso del quale ci saranno uno spazio verde e un’area per bambini. Ma prima bisognerà attendere la bonifica completa della zona e la demolizione totale delle strutture, prevista tra circa due mesi.

Il pianto dell’assessore regionale continuerà lunedì, con l’abbattimento delle strutture in cemento del lido della Polizia Penitenziaria, sempre lungo la Playa. «Dobbiamo guardare diversamente al nostro paesaggio, che nei decenni scorsi è stato al centro di uno smodato e ingiustificato consumo del suolo –conclude l’assessore Sgarlata – Se riusciamo a provvedere all’abbattimento delle strutture più invasive possiamo gettare le basi per quello sviluppo sostenibile di cui ha bisogno il territorio. La mentalità della gente sta cambiando e leggo nelle richieste dei sindaci un nuovo senso di responsabilità nei confronti del paesaggio quale motore primo della nostra economia».

ctzen.it/

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

4 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

7 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

8 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

9 Arrestato di nuovo boss Concetto Bonaccorsi: era evaso da permesso premio dal carcere di Secondigliano

10 Grappa artigianale preparata dai detenuti nel carcere di Bologna


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

5 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

6 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

7 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

8 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

9 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

10 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946