Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Sarà abbattuto l'ex stabilimento balneare della Polizia Penitenziaria a Catania

Polizia Penitenziaria - Sarà abbattuto l'ex stabilimento balneare della Polizia Penitenziaria a Catania


Notizia del 14/06/2014 - CATANIA
Letto (3196 volte)
 Stampa questo articolo


Un’ex colonia in cemento armato per bambine che farà spazio a un nuovo lido e al naturale fondale sabbioso della Playa di Catania. E’ il risultato dell’avvio ai lavori di abbattimento di questa mattina delle otto strutture che formavano l’ex colonia del Collegio Maria Ausiliatrice, azzeramento voluto dall’assessore regionale per il Territorio e Ambiente Mariarita Sgarlata. Sotto lo slogan: «Via gli ecomostri dalla Playa». In questo caso, circa diecimila metri cubi di cemento armato, edificati dal 1971 al 2002, e che adesso diventeranno uno stabilimento balneare, con spazi verdi e giochi per bambini.

«Oggi restituiamo un’area identitaria per Catania alla città e soprattutto alle generazioni future», ha commentato l’assessore Sgarlata. Che si è detta felice anche dell’impronta legalitaria dell’iniziativa, testimoniata dalla partecipazione all’abbattimento di due magistrati della procura etnea: Giuseppe Gennaro e Giuseppe Toscano. Un intervento di decementificazione che si inserisce in una serie di operazioni predisposte dall’ufficio etneo del Demanio marittimo – sotto cui l’ex colonia è tornata nel 2013 – insieme al Genio civile a alla soprintendenza ai Beni culturali. «Abbiamo ripreso con il Demanio quel patto territoriale che era rimasto interrotto per oltre un decennio», continua Sgarlata.

«Voglio anche sottolineare che l’intervento sarà a costo zero per la Regione perché è la società concessionaria che sosterrà tutte le spese», conclude l’assessore. A occuparsi di tutto è stata infatti la ditta Ventura Carmelo Alessandro, che continuerà a occuparsi della riqualificazione dell’area, così come della realizzazione di uno stabilimento balneare. All’ingresso del quale ci saranno uno spazio verde e un’area per bambini. Ma prima bisognerà attendere la bonifica completa della zona e la demolizione totale delle strutture, prevista tra circa due mesi.

Il pianto dell’assessore regionale continuerà lunedì, con l’abbattimento delle strutture in cemento del lido della Polizia Penitenziaria, sempre lungo la Playa. «Dobbiamo guardare diversamente al nostro paesaggio, che nei decenni scorsi è stato al centro di uno smodato e ingiustificato consumo del suolo –conclude l’assessore Sgarlata – Se riusciamo a provvedere all’abbattimento delle strutture più invasive possiamo gettare le basi per quello sviluppo sostenibile di cui ha bisogno il territorio. La mentalità della gente sta cambiando e leggo nelle richieste dei sindaci un nuovo senso di responsabilità nei confronti del paesaggio quale motore primo della nostra economia».

ctzen.it/

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

3 Caos al carcere di Prato: detenuto picchia agente, fuoco nelle celle

4 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Pensionamento anticipato per Forze Armate, Polizia e Vigili del Fuoco, in arrivo cambiamenti nel 2019

10 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Ministro nuovo. Sistema vecchio

2 Carceri: procuratore aggiunto Potenza Basentini verso guida Dap

3 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

4 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

5 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

6 Tempo di bilanci per il Ministero della Giustizia

7 In sezione comme a la guerre

8 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

9 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook

10 L’origine dei tatuaggi e l’implicazione del carcere