Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Saranno processati due medici intervenuti sulla Poliziotta penitenziaria Angela Valeria Lepore, deceduta in ospedale dopo il ricovero a Bari

Polizia Penitenziaria - Saranno processati due medici intervenuti sulla Poliziotta penitenziaria Angela Valeria Lepore, deceduta in ospedale dopo il ricovero a Bari


Notizia del 24/11/2017 - BARI
Letto (2526 volte)
 Stampa questo articolo


Sarà processato dinanzi al tribunale monocratico di Taranto per omicidio colposo, a partire dal 7 marzo 2018, il medico dell'ospedale Santissima Annunziata che per primo operò Angela Valeria Lepore, la 27enne agente di Polizia Penitenziaria di Toritto (Bari) deceduta nel luglio del 2014. L'udienza preliminare nei confronti di due medici si è conclusa con il rinvio a giudizio di uno di loro, Antonio Di Pinto, mentre proseguirà per l'altro medico, Mario Desiati, che sarà interrogato dal giudice prima di decidere se proscioglierlo (come chiesto da Procura e parte civile) o rinviarlo a giudizio.

A tre anni e mezzo dalla morte della donna, deceduta dopo tre interventi chirurgici e circa 40 ore di agonia in tre diverse strutture sanitarie, secondo il padre della vittima, Giuseppe Lepore, "non sono state accertate tutte le responsabilità". All'indomani dell'udienza preliminare a Taranto, Lepore ha parlato di "fallimento della giustizia", dopo sette denunce, una segnalazione alla Corte dei conti e da ultimo una lettera inviata al ministro della Giustizia, Andrea Orlando. "Mia figlia si poteva salvare - ha detto l'uomo, affiancato dall'avvocato Massimo De Lorenzis - Le responsabilità sono talmente evidenti dalla lettura degli atti che sarebbe impossibile vederle. eppure in tre anni e mezzo quasi tutte le indagini sono state archiviate".

Inizialmente l'inchiesta sul decesso era stata aperta dalla Procura di Bari, che aveva indagato 20 medici di tre diverse strutture sanitarie: il pronto soccorso di Manduria (Taranto), dove la poliziotta si era recata per un malore all'addome, l'ospedale Santissima Annunziata di Taranto e il Policlinico di Bari, in cui era stata poi ricoverata e sottoposta alle operazioni di rimozione di un calcolo renale, di impianto di un polmone artificiale e infine di craniectomia. La posizione dei sette medici baresi era stata subito archiviata.

Con riferimento alla posizione dei medici tarantini, invece, gli atti erano stati trasmessi alla Procura ionica , he ha chiesto nei mesi scorsi il rinvio a giudizio per i due medici dell'ospedale di Taranto che avevano eseguito il primo intervento chirurgico (uno dei quali ora rinviato a giudizio e indagato anche per aver falsificato le firme del consenso informato), ha archiviato l'indagine su altri sette medici tarantini e ha chiesto l'archiviazione per tre medici di Manduria.

"È toccato a Valeria, ma poteva essere la figlia di chiunque - ha detto ancora il padre - Ogni giorno si sente di una indagine per malasanità, la gente ormai ha paura di entrare negli ospedali. Dobbiamo difenderci da chi dovrebbe aiutarci e tutelarci e io non mi fermerò finché non avrò ottenuto giustizia".

bari.repubblica.it

Il caso dell''Agente Lepore deceduta in ospedale: a processo il medico per firme false e omicidio colposo

 

Deceduta la collega Valeria Lepore: in vacanza a Bari, lavorava a Milano S. Vittore

 

Collega deceduta in ospedale: salgono a venti i medici indagati

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

5 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

6 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

9 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

10 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

4 Ma chi siamo?

5 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

6 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia