Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Scabbia e sovraffollamento anche al carcere di Bari, lo denuncia il Tribunale di Sorveglianza

Notizia del 12/01/2012 - BARI

Scabbia e sovraffollamento anche al carcere di Bari, lo denuncia il Tribunale di Sorveglianza

letto 2352 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Dopo il sovraffollamento, con letti a castello addirittura a quattro piani, c’è il rischio di una epidemia di scabbia. E’ sempre più emergenza nel carcere di Bari. A lanciare l’ennesimo allarme, stavolta, è il presidente del tribunale di Sorveglianza, Maria Giuseppina d’Addetta, in una lettera inviata al Ministero della Giustizia, Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria – Direzione Generale dei Detenuti e del Trattamento -, al Provveditorato Regionale Dipartimento Amministrazione Penitenziaria Puglia, a direttore del casa circondariale di Bari e alla Direzione generale della Asl barese.  

La criticità maggiore riguarderebbe il sovraffollamento della terza sezione del penitenziario del capoluogo. Alla data del 13 dicembre scorso, si legge nella nota del magistrato, la popolazione detenuta nella casa circondariale era pari a 555 unità a fronte di una capienza tollerabile di 303 reclusi, con un esubero dell’83 per cento di presenze. Già il 28 novembre 2011 era stata segnalata la grave condizione di due stanze della terza sezione dove si trovavano 33 detenuti (tutti extracomunitari nella prima stanza), da giorni ristretti in spazi angusti, sistemati su letti a castello a quattro livelli.

La direzione sanitaria dello stesso penitenziario accertò anche la presenza di scabbia nella terza sezione, tanto da declinare ogni eventuale responsabilità derivante da tale situazione. A dicembre scorso, inoltre, il numero di detenuti salì a 44, tanto che i responsabili della struttura disposero il trasferimento di una parte dei residenti. Con particolare riguardo alla diffusione della scabbia, si legge ancora nella lettera a firma del presidente del Tribunale di Sorveglianza, Maria Giuseppina d’Addetta, l’articolo 11 della legge numero 354/75 prevede che il medico provinciale visiti almeno due volte l’anno gli istituti di prevenzione e di pena allo scopo di accertare lo stato igienico-sanitario, l’adeguatezza delle misure di profilassi contro le malattie infettive e le condizioni igieniche e sanitarie dei detenuti. Inoltre, la sistemazione in celle con letti a castello a 4 livelli, rappresenta un serio pericolo per l’incolumità personale dei reclusi.

www.barisera.net

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

2 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

3 Frosinone, 5 agenti di Polizia Penitenziaria aggrediti da un detenuto

4 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

5 Poliziotto aggredito e sequestrato nel carcere di Nisida: detenuti gli rubano le chiavi e aprono le altre celle

6 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

7 Petardi lanciati nel carcere di San Vittore Francesco Di Cataldo nella notte di capodanno: due Poliziotti penitenziari al pronto soccorso

8 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

9 Uno Bianca, i fratelli Savi nello stesso carcere

10 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Gratteri, Ardita, Stati Generali... fino ad oggi sono state ignorate tutte le proposte di riforma della Polizia Penitenziaria ...il 2018 sarà l’anno buono?

3 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

4 I drammi umani che ruotano intorno al carcere

5 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

6 In ricordo dell’assistente capo Salvatore De Luca

7 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

8 La XVII Legislatura volge al termine. Il futuro è molto incerto

9 Videoconferenze tra DAP e periferia: ogni tanto una buona notizia

10 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi