Aprile 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2017  
  Archivio riviste    
Scabbia e sovraffollamento anche al carcere di Bari, lo denuncia il Tribunale di Sorveglianza

Notizia del 12/01/2012 - BARI

Scabbia e sovraffollamento anche al carcere di Bari, lo denuncia il Tribunale di Sorveglianza

letto 2168 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Dopo il sovraffollamento, con letti a castello addirittura a quattro piani, c’è il rischio di una epidemia di scabbia. E’ sempre più emergenza nel carcere di Bari. A lanciare l’ennesimo allarme, stavolta, è il presidente del tribunale di Sorveglianza, Maria Giuseppina d’Addetta, in una lettera inviata al Ministero della Giustizia, Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria – Direzione Generale dei Detenuti e del Trattamento -, al Provveditorato Regionale Dipartimento Amministrazione Penitenziaria Puglia, a direttore del casa circondariale di Bari e alla Direzione generale della Asl barese.  

La criticità maggiore riguarderebbe il sovraffollamento della terza sezione del penitenziario del capoluogo. Alla data del 13 dicembre scorso, si legge nella nota del magistrato, la popolazione detenuta nella casa circondariale era pari a 555 unità a fronte di una capienza tollerabile di 303 reclusi, con un esubero dell’83 per cento di presenze. Già il 28 novembre 2011 era stata segnalata la grave condizione di due stanze della terza sezione dove si trovavano 33 detenuti (tutti extracomunitari nella prima stanza), da giorni ristretti in spazi angusti, sistemati su letti a castello a quattro livelli.

La direzione sanitaria dello stesso penitenziario accertò anche la presenza di scabbia nella terza sezione, tanto da declinare ogni eventuale responsabilità derivante da tale situazione. A dicembre scorso, inoltre, il numero di detenuti salì a 44, tanto che i responsabili della struttura disposero il trasferimento di una parte dei residenti. Con particolare riguardo alla diffusione della scabbia, si legge ancora nella lettera a firma del presidente del Tribunale di Sorveglianza, Maria Giuseppina d’Addetta, l’articolo 11 della legge numero 354/75 prevede che il medico provinciale visiti almeno due volte l’anno gli istituti di prevenzione e di pena allo scopo di accertare lo stato igienico-sanitario, l’adeguatezza delle misure di profilassi contro le malattie infettive e le condizioni igieniche e sanitarie dei detenuti. Inoltre, la sistemazione in celle con letti a castello a 4 livelli, rappresenta un serio pericolo per l’incolumità personale dei reclusi.

www.barisera.net

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Arresti centro migranti di Capo Rizzuto: Poliziotto penitenziario consegnava pizzini agli ''ndranghetisti del carcere di Siano

2 Antonio Fullone nominato ufficialmente Direttore Generale: lascia la direzione del carcere di Poggioreale

3 Indagato l''ex direttore del carcere di Padova: sotto indagine il declassamento dall''alta sicurezza di 12 detenuti

4 Poliziotti penitenziari coinvolti nel caso Cucchi citano i Ministeri della Giustizia, Difesa e Interni: il GUP accoglie la richiesta

5 Poggioreale, hashish nascosto nelle suole delle scarpe. Polizia Penitenziaria denuncia cinque persone

6 Catturato detenuto tunisino e islamico radicalizzato: era evaso da permesso premio, Poliziotto penitenziario lo riconosce in stazione

7 Ristrutturazioni in corso nel carcere di Cuneo per ospitare di nuovo detenuti al 41-bis

8 Lucera, in fiamme auto di un poliziotto penitenziario

9 Carceri 41-bis: visita della Commissione Antimafia nelle carceri della Sardegna per verificare Cagliari Uta e Sassari

10 Funzionario PRAP Sicilia condannato a tre anni di reclusione: turbativa d''asta per i lavori nel carcere dell''Ucciardone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Quanto fa guadagnare il servizio di polizia stradale della Polizia Penitenziaria al Ministero della Giustizia?

3 Il Consiglio dei Ministri approva definitivamente il Riordino delle Carriere

4 Vigilanza dinamica e affettività in carcere diventano legge

5 Riordino carriere: le commissioni parlamentari auspicano che il ruolo funzionari sia pienamente corrispondente alla Polizia di Stato

6 Riordino carriere: le commissioni parlamentari auspicano che il ruolo funzionari sia pienamente corrispondente alla Polizia di Stato

7 Skype per i mafiosi al 41-bis: arrivano puntuali le smentite, ma per i mafiosi in alta sicurezza come la mettiamo?

8 Rems, se qualcuno avesse raccolto i nostri allarmi ...

9 Il Re è nudo! Ma forse anche cieco e sordo ...

10 Carceri e sanità, intesa del Sappe con i medici aderenti allo SMI