Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Scappa dall Ospedale San Paolo: investito da due Vice Ispettori della Polizia Penitenziaria

Polizia Penitenziaria - Scappa dall Ospedale San Paolo: investito da due Vice Ispettori della Polizia Penitenziaria


Notizia del 18/01/2014 - ROMA
Letto (4294 volte)
 Stampa questo articolo


CIVITAVECCHIA - Un episodio incredibile quello che si è verificato il 16.01 all’ospedale San Paolo di Civitavecchia. Un uomo di 58 anni ricoverato per problemi legati ad uno stato ansioso, improvvisamente ha deciso di scappare dal Pronto Soccorso con l’intento di sottrarsi così alle cure mediche.
Per far perdere le proprie tracce, ha percorso a piedi l'Aurelia, fino a raggiungere intorno alle 6.40 il tratto che collega Santa Marinella a Ladispoli. Manifestando evidenti segni di insofferenza, l'uomo si è sporto eccessivamente sulla corsia di marcia dei veicoli in un punto completamente privo di illuminazione, tanto che un'auto con a bordo due all. Vice Ispettori della Polizia Penitenziaria, P.M. e D.P.M. diretti a Roma, non è riuscita ad evitarlo nonostante il poliziotto alla guida abbia sterzato invadendo per pochi secondi la corsia opposta rischiando un frontale con un mezzo pesante che sopraggiungeva . Increduli i due all. Vice ispettori hanno immediatamente avvertito i soccorsi e messo in sicurezza il tratto in cui è avvenuto l'incidente evitando così che il ferito potesse essere travolto dalle auto che sopraggiungevano in quanto vista l'ora e la mancanza di illuminazione era praticamente impossibile accorgersi dell'ostacolo al centro della corsia. Solo la prontezza dei due poliziotti ha quindi evitato il peggio. Il 58enne è stato nuovamente ricoverato al Pronto Soccorso del San Paolo ma questa volta per la rottura del femore; ne avrà per 60 giorni. Nei prossimi sarà sottoposto ad intervento chirurgico.

civonline
 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

4 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

5 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

6 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

7 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

8 Arrestato di nuovo boss Concetto Bonaccorsi: era evaso da permesso premio dal carcere di Secondigliano

9 Palermo, i familiari di Francesca Morvillo lasciano la fondazione Giovanni Falcone

10 Lanciano, poliziotti penitenziari costretti a saltare i pasti


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino: perché negare l’evidenza dei benefici?