Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Scarcerato Giuseppe Guttadauro, capomafia di Brancaccio

Notizia del 07/03/2012 - TERNI

Scarcerato Giuseppe Guttadauro, capomafia di Brancaccio

letto 3280 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi
Sabato 3 marzo, Giuseppe Guttadauro ha lasciato il carcere di Terni dove si trovava dal 2001 per “buona condotta”. Il boss condannato a 13 anni e 4 mesi dal Tribunale di Palermo ha usufruito di uno sconto di pena pari a 800 giorni.
 
Il boss, già aiuto primario della Chirurgia del Civico è stato il perno delle inchieste che hanno coinvolto l’ex assessore Mimmo Miceli e l’ex presidente della Regione Salvatore Cuffaro.
 
In particolare l’ex presidente della regione è stato condannato per aver favorito Cosa Nostra, poiché tramite il Miceli aveva riferito al Guttadauro la presenza di cimici all’interno della sua abitazione.
 
Ad incastrare politici e il boss sono state le intercettazioni nelle quali era emersa una trattativa fra l’ex governatore siciliano e il capo mandamento di Brancaccio per l’elezione nel Cdu del candidato medico Domenico Miceli, designato quale portatore degli interessi mafiosi all’Ars con l’elezione delle regionali del 2001. Miceli però non arrivò mai al parlamento siciliano poiché giunto primo dei non eletti.
 
Le indagini antimafia fecero scattare le manette per il capomafia a dicembre del 2002 nella cosiddetta operazione Ghiaccio mentre Miceli fu arrestato a giugno del 2003, subito dopo le elezioni provinciali in Sicilia nelle quali il medico, sostenuto dall’on. Saverio Romano, aveva deciso di candidarsi. Nel novembre del 2010 la Corte di Cassazione ha riconosciuto per Domenico Miceli la responsabilità penale per concorso esterno in associazione mafiosa e ha inviato nuovamente le carte in appello per ridefinire la pena di sei anni e sei mesi, inflittagli a parere degli Ermellini senza l’applicazione delle attenuanti generiche.
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE UMBRIA
Statistiche carceri Regione Umbria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario