Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Scarcerato Giuseppe Guttadauro, capomafia di Brancaccio

Notizia del 07/03/2012 - TERNI

Scarcerato Giuseppe Guttadauro, capomafia di Brancaccio

letto 3368 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi
Sabato 3 marzo, Giuseppe Guttadauro ha lasciato il carcere di Terni dove si trovava dal 2001 per “buona condotta”. Il boss condannato a 13 anni e 4 mesi dal Tribunale di Palermo ha usufruito di uno sconto di pena pari a 800 giorni.
 
Il boss, già aiuto primario della Chirurgia del Civico è stato il perno delle inchieste che hanno coinvolto l’ex assessore Mimmo Miceli e l’ex presidente della Regione Salvatore Cuffaro.
 
In particolare l’ex presidente della regione è stato condannato per aver favorito Cosa Nostra, poiché tramite il Miceli aveva riferito al Guttadauro la presenza di cimici all’interno della sua abitazione.
 
Ad incastrare politici e il boss sono state le intercettazioni nelle quali era emersa una trattativa fra l’ex governatore siciliano e il capo mandamento di Brancaccio per l’elezione nel Cdu del candidato medico Domenico Miceli, designato quale portatore degli interessi mafiosi all’Ars con l’elezione delle regionali del 2001. Miceli però non arrivò mai al parlamento siciliano poiché giunto primo dei non eletti.
 
Le indagini antimafia fecero scattare le manette per il capomafia a dicembre del 2002 nella cosiddetta operazione Ghiaccio mentre Miceli fu arrestato a giugno del 2003, subito dopo le elezioni provinciali in Sicilia nelle quali il medico, sostenuto dall’on. Saverio Romano, aveva deciso di candidarsi. Nel novembre del 2010 la Corte di Cassazione ha riconosciuto per Domenico Miceli la responsabilità penale per concorso esterno in associazione mafiosa e ha inviato nuovamente le carte in appello per ridefinire la pena di sei anni e sei mesi, inflittagli a parere degli Ermellini senza l’applicazione delle attenuanti generiche.
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE UMBRIA
Statistiche carceri Regione Umbria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria

9 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni

10 E'' stato ritrovato il Poliziotto penitenziario scomparso venerdì


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Circolare del GOM: togliete le foto da Facebook, è in atto una schedatura dei Poliziotti

2 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

3 Giuseppe Simeone, sostituto commissario al Dap, 59 anni, stroncato da un infarto

4 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

5 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

6 Diventa anche tu Capo del DAP!

7 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

8 C’era una volta la sentinella

9 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento

10 Italicum, Porcellum, Mattarellum e Consultellum