Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Scomparso il prof. Massimo Pavarini: espo­nente di fama inter­na­zio­nale della cri­mi­no­lo­gia ita­liana

Polizia Penitenziaria - Scomparso il prof. Massimo Pavarini: espo­nente di fama inter­na­zio­nale della cri­mi­no­lo­gia ita­liana


Notizia del 29/09/2015 - BOLOGNA
Letto (1985 volte)
 Stampa questo articolo


Il 29 settembre 2015, a 68 anni, si è spento Massimo Pavarini, professore ordinario di diritto penale all'Università di Bologna. Nato a Bologna il 3 marzo 1947, Massimo Pavarini si è laureato in Giurisprudenza nell'anno accademico 1970-71. Dopo avere coperto successivamente i ruoli di ricercatore, professore incaricato e quindi di professore associato nelle discipline penalistiche, è stato professore ordinario nel raggruppamento disciplinare presso la Facoltà di Giurisprudenza di Bologna, dove ha insegnato Diritto Penitenziario, Istituzioni di Diritto Penale e il sistema sanzionatorio nei corsi di Diritto Penale. Nell'anno accademico 2002-2003 ha anche insegnato Filosofia del Diritto nella facoltà di Giurisprudenza in Lecce e nell'anno accademico 2004-2005 ha ricoperto il ruolo di docente visitante presso la Facultad de Derecho della Universidad Autonoma Metropolitana de Mexico in Città del Messico, tenendo corsi di Criminologia e Penologia.

Nella sua lunga carriera di docente e di studioso è stato uno dei protagonisti delle attività della Scuola penalistica di Bologna. Ha perpetuato e attualizzato gli insegnamenti e l’impegno del fondatore Franco Bricola, non cessando di confrontarsi con l’altro suo maestro, Alessandro Baratta. Massimo Pavarini ha concentrato la sua ricerca sul drammatico tema della pena, studiato criticamente nelle sue giustificazioni teoriche, nelle pratiche, nella dimensione comparata. Su questi temi è stato uno degli studiosi italiani più conosciuti all’estero, grazie anche alle traduzioni delle sue opere più importanti. Ampia ed apprezzata la sua ininterrotta attività di docente e di visiting professor, in particolar modo in Atenei dell'America latina.

La sua attività scientifica si è prevalentemente indirizzata nelle seguenti aree tematiche: sociologia del controllo sociale; sociologia della pena; sentencing e potere discrezionale; teoria giuridica della pena r del sistema sanzionatorio; rapporti tra scienze giuridico-penali, criminologiche e politiche criminali; rapporti tra psichiatria e sistema della giustizia penale; politiche e azioni di prevenzione; ricerche empiriche di vittimologia e di rappresentazione sociale della devianza.

È stato direttore delle riviste: “Studi sulla questione criminale. Nuova serie di ‘Dei delitti e delle pene’”, “Critica del diritto” e “Jus 17 unibo.it”. E membro della redazione delle riviste “Rassegna di studi penitenziari e criminologici”; “The British Journal of Criminology"; "The Howard Journal of Criminal Justice" e “Punishment and Society: An International Journal of Penology”, oltre ad aver fatto parte del Consejo de Asesores delle riviste: "Delicto y Sociedad. Revista de Ciencias penales", “Capitulo Criminologico", “Discursos Sediciosos. Crime, direito e sociedade"; “Alter”; “Opinion Juridica. Publicacion de la Facultad de Derecho de la Universidad de Medellin, Colombia” e “Ley, Razon y Justicia”. Ha tenuto conferenze e  svolto seminari in molti paesi dell’America latina: dalla Colombia all’Argentina, dal Venezuela al Messico; dal Cile al Brasile, dal Guatemala al Ecuador.

La cerimonia funebre si terrà giovedì 1 ottobre, alle 14,30, a Palazzo Malvezzi, nella sede della Scuola di Giurisprudenza dell'Università di Bologna, in via Zamboni 22.

magazine.unibo.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute

10 Como, il restyling del carcere austriaco abbandonato dopo il trasloco al Bassone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

3 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 L’estate del detenuto