Maggio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2017  
  Archivio riviste    
Scoperta la stanza dove i Poliziotti collusi spacciavano e consumavano droga nel carcere di Padova

Polizia Penitenziaria - Scoperta la stanza dove i Poliziotti collusi spacciavano e consumavano droga nel carcere di Padova


Notizia del 24/11/2014 - PADOVA
Letto (4037 volte)
 Stampa questo articolo


La stanza della perdizione era nell'alloggio di servizio, all'interno del carcere Due Palazzi, di Paolo Giordano, 40 anni, agente di Polizia Penitenziaria. Lì si ritrovavano abitualmente le sei guardie, tutte quelle indagate, per assumere cocaina e per fumare delle canne. Era un ritrovo abituale, fuori dall'orario di servizio, ma comunque dentro il perimetro del carcere.

Era una sorta di "base logistica", una fumeria dell'oppio. Lo stupefacente lo portavano a turno, l'agente Pietro Rega o i suoi colleghi coinvolti. Gli incontri erano settimanali, a volte la frequenza era maggiore. A far entrare la droga, che poi gli stessi vendevano pure ai carcerati, non avevano nessun problema.

Nessuno controlla un agente penitenziario che entra nel carcere dove lavora. La stanza della perdizione viene citata dagli stessi indagati, interrogati nell'ambito dell'inchiesta "Apache" del luglio scorso che ha portato all'arresto di 15 persone: 7 in carcere e 8 agli arresti domiciliari (di questi sono 6 gli agenti della Penitenziaria, 2 in cella e 4 ai domiciliari); 32 le perquisizioni, 9 delle quali ad agenti carcerari. A vario titolo devono rispondere di concorso in corruzione aggravata e traffico di droga.

Gli inquirenti scoprono che dentro le celle arrivava di tutto, dai telefonini alle sim card, dalla droga, ai film porno. Bastava pagare le guardie che si avvalevano della collaborazione di detenuti compiacenti. Si poteva ordinare di tutto, dalla cocaina al cellulare con traffico illimitato. I parenti del detenuto, secondo gli inquirenti, pagavano le guardie. In particolare a tirare le fila c'era Pietro Rega, 47 anni, assistente capo, responsabile del quinto piano della Casa di reclusione era lui la mente dell'operazione.

Proprio Giordano, forse schiacciato dalle sue responsabilità, coinvolto direttamente nell'inchiesta della Squadra mobile nel luglio scorso si è tolto la vita tagliandosi la gola con una lametta da barba. In quello stesso alloggio dove il gruppetto si ritrovava ad assumere stupefacente. Ha deciso di farla finita una settimana prima dell'interrogatorio, già programmato. Si doveva trovare di fronte al magistrato Sergio Dini, che coordina l'inchiesta sul carcere assieme al procuratore capo Matteo Stuccilli.

Giordano era soprannominato "il poeta", "il pittore" o semplicemente "l'assistente pornostar". Oltre che far arrivare in carcere eroina, metadone e subutex (un oppiaceo), droghe che assumeva, distribuiva filmini hard realizzati in casa. Poche settimane prima di Giordano si è tolto la vita il detenuto Giovanni Pucci, 44 anni, elettricista di Castrignano dei Greci (Lecce). È stato trovato morto impiccato nella sua cella poche ore dopo l'interrogatorio.

Lo stesso pm Dini ha chiuso una inchiesta che riguarda altri due agenti penitenziari, Giandonato Laterza, 31 anni e Angelo Telesca, 35 anni, pure loro coinvolti nell'indagine Apache. Il 25 ottobre 2013 Telesca danneggiava il distributore di sigarette della tabaccheria di via Montà 453, di proprietà di Fedora Reho per prendere delle "bionde".

Il collega Laterza, presente ai fatti, non interveniva. Telesca inoltre è accusato di concussione: aveva costretto la Reho a ritirare la querela, promettendole i soldi del danno. "È anche nel tuo interesse accettare" le aveva poi detto mostrandole i 190 euro che le avrebbe dato in seguito. Questa indagine, ovviamente non ha nulla a che fare con quella, più complessa e più grave dello spaccio di droga all'interno del carcere. L'udienza preliminare sarà il 19 marzo 2015.

Il Mattino di Padova

Corruzione nel carcere di Padova: aumentano gli indagati che favoreggiavano boss mafiosi

 

Poliziotto penitenziario si suicida a Padova: era indagato per lo spaccio di stupefacenti in carcere

 

Padova: Poliziotto penitenziario filmava film hard e li distribuiva in carcere

 

Agenti spacciatori a Padova, il Direttore: fuori le mele marce

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 Imboscata ad Agente penitenziario: c''è un problema in bagno e quando arriva i detenuti lo aggrediscono

4 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

5 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

6 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

7 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

8 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa

9 Perquisizione nel carcere di Rimini: 5 telefonini, 3 grammi di hashish, 2 coltelli rudimentali, una chiavetta USB

10 Gratteri sulle indagini del Cara di Crotone: mi meraviglia che l''agente penitenziario arrestato sia solo ai domiciliari


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Dimissioni dei comandanti di GOM e NIC? … Cosa sta succedendo al DAP?

4 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

5 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

6 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

7 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

8 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

9 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza

10 Ministro Orlando vigili affinchè il DAP non ritardi anche nell’attuazione del riallineamento