Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Scritte intimidatorie e porta sfondata a casa di un poliziotto penitenziario

Polizia Penitenziaria - Scritte intimidatorie e porta sfondata a casa di un poliziotto penitenziario


Notizia del 26/03/2015 - LECCE
Letto (2270 volte)
 Stampa questo articolo


Avvertimenti e danneggiamenti non sono assolutamente da sottovalutare. E forse anche per questo motivo c’è massimo riserbo nei carabinieri della compagnia di Brindisi. “Apri l’ecchi”, cioè “apri gli occhi”, in dialetto salentino, e ancora, “R.I.P.”, l’acronimo da tutti noto che sta per “Riposi in pace”, incisione più adatta a una lapide che a una villetta estiva.

Solo che queste scritte sono state composte con bombolette spray proprio sui muri di un’abitazione da villeggiatura, in quel di Torre San Gennaro, marina di Torchiarolo. Praticamente quasi al confine con la provincia di Lecce. E un legame con il capoluogo salentino potrebbe esservi realmente, perché quella casa è in uso a un agente di Polizia Penitenziaria di San Pietro Vernotico, ma che presta servizio nel carcere di Borgo San Nicola.

E’ facile quindi intuire dove verta una delle piste setacciate dai militari. Si sta cercando di capire se vi sia qualche legame con la delicata attività lavorativa della vittima o se la questione possa declinarsi su vicende di natura personale. Al momento nulla è da escludere, tanto più che gli inquietanti graffiti sono stati anche accompagnati da un esplicito danneggiamento, quello della porta di casa, che l’agente ha trovato sfondata. Quasi un avviso ulteriore che non ha bisogno di commenti.

La scoperta è avvenuta qualche giorno addietro, ma la notizia è stata diffusa solo in queste ore da Brindisireport.it. Le scritte sono state subito cancellate.  

Come detto, una delle piste portano all’attività lavorativa dell’agente. Accertamenti necessari, visto il contesto in cui opera, dove, peraltro, è doveroso ricordare come di recente siano avvenuti episodi gravi di aggressioni ad appartenenti alla Polizia Penitenziaria emersi nelle cronache su input di alcune sigle sindacali.

Ai primi di marzo, in particolare, ne sono avvenute ben due in poche ore nel carcere di Lecce. E sempre negli stessi giorni, si sono vissuti momenti d’alta tensione per un tentativo d’evasione. Tutte situazione stigmatizzate da sindacati quali Cosp e Osapp che hanno colto l'occasione per rimarcare le difficoltà quotidiane vissute da chi opera nel penitenziario salentino.    

 

fonte: Lecce Prima

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

7 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

8 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

9 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni

10 Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP