Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Sebastiano Ardita: ricevetti pressioni da Leopardi e dal GOM per scegliere il carcere per Provenzano

Polizia Penitenziaria - Sebastiano Ardita: ricevetti pressioni da Leopardi e dal GOM per scegliere il carcere per Provenzano


Notizia del 11/12/2014 - PALERMO
Letto (2918 volte)
 Stampa questo articolo


"Ho ricevuto insistenti richieste affinche' Bernardo Provenzano fosse detenuto nei carceri di L'Aquila o Terni. Richieste pervenutami, anche telefonicamente gia' il giorno stesso dell'arresto di Provenzano, l'11 aprile 2006".

Lo ha detto il magistrato Sebastiano Ardita, a capo dell'ufficio detenuti del Dap tra il 2002 e il 2011, rispondendo alle domande del pm Nino Di Matteo, nell'ambito del processo per la trattativa Stato-mafia. Ardita ha riferito di "alcuni fatti anomali" e insistenti "e immotivate" richieste affinche' Provenzano andasse in due penitenziari. "Il primo a chiamarmi -ha ricostruito il teste- fu Leopardi, a capo dell'Ufficio ispettivo del Dap, per dirmi che L'Aquila e Rebibbia sarebbero state le sedi piu' appropriate per accogliere Provenzano. Seppure il suo ufficio non fosse competente, risposi che se ne sarebbe parlato, confrontandosi, per adottare la scelta piu' opportuna. Pochi minuti dopo -ha aggiunto Ardita- anche il capo Gom mi chiamo' per dirmi la stessa cosa". 

L'Ufficio detenuti del Dap decise di inviare Provenzano nel carcere di massima sicurezza di Terni e lo stesso Ardita si reco', "non piu' di due giorni dopo a verificare, di persona, il livello di sicurezza e lo stato di detenzione e di salute di Bernardo Provenzano. Il boss era fisicamente detenuto in un'ala completamente staccata dalla zona degli altri 41 bis".

Eppure pochi giorni dopo un quotidiano pubblica una notizia secondo cui il figlio di Giovanni Riina, detenuto a Terni, avrebbe inveito contro Provenzano bollandolo "come sbirro". Era, ha sottolineato Ardita, "una notizia palesemente falsa, tanto che sucessivamente anche lo stesso Giovanni Riina chiese al suo legale di emettere una nota di smentita. Pur tuttavia in seguito a questa notizia alcuni uffici del Dap -tra cui il Gom- produssero un voluminoso dossier con cui si chiedeva nuovamente il trasferimento di Provenzano a L'Aquila o a Rebibbia".

Ardita ha ribadito che c'erano svariati motivi per non trasferire Provenzano e in particolare a L'Aquila dove c'era gia' Giuseppe Madonia, "che spostare un detenuto per una notizia falsa e' un fatto insensato e poiche' si trattava di una richiesta immotivata, seppur valutata, non fu considerata".

AGI

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

3 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

7 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

8 Riordino vuol dire mettere ordine

9 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

10 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria