Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Senatrice Poli Bortone chiede tavolo tecnico permanente su situazione sanitaria carcere Lecce.

Notizia del 20/04/2011 - LECCE

Senatrice Poli Bortone chiede tavolo tecnico permanente su situazione sanitaria carcere Lecce.

letto 1793 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

«È necessario istituire un tavolo tecnico permanente per la gestione della emergenza sanitaria nel carcere di Lecce». Lo chiede con un’interrogazione al Ministro della Giustizia la senatrice Adriana Poli Bortone, presidente nazionale di Io sud che ha evidenziato i gravissimi disagi in cui versa il penitenziario leccede. «Il sovraffollamento della struttura è scritto in un'interrogazione al ministro della giustizia - non permette a pieno il rispetto della dignità dei detenuti e l’applicazione della essenziale funzione rieducativa che il carcere dovrebbe avere. Nel carcere di Lecce sono rinchiusi 1. 455 detenuti a fronte di una capienza ottimale di 659 unità.

Le attuali risorse umane a disposizione sono insufficienti: l’organico del personale di Polizia Penitenziaria è carente di circa 40 unità rispetto alla pianta organica stabilita dal D. M 236/2001. Inoltre il Dap ha confermato l’indisponibilità di ulteriori risorse umane e finanziarie. A fronte di questa gravissima situazione - conclude sarebbe doveroso operare, specifica senatrice, affinché venga attivato un tavolo tecnico permanente in particolar modo per le’emergenza sanitaria».

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Polizia Penitenziaria di Palermo consegna doni e giocattoli per i bambini con malattie metaboliche e rare

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

5 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

6 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

7 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

8 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma

9 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone

10 Carcere di Rossano a rischio sicurezza: 36 Agenti penitenziari servono solo per controllare il muro di cinta


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

5 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

6 La sentenza Torreggiani (o meglio la sua sciagurata applicazione) ha distrutto le carceri italiane

7 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

8 Operazione Onda Blu: NIC Polizia Penitenziaria arresta a Crotone due evasi da Voghera

9 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera

10 Modificare l’art. 4 bis? Vanificare il sacrificio di tanti