Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Sentenza della Cassazione su Bolzaneto 2001 "fu violenza sistematica"

Polizia Penitenziaria - Sentenza della Cassazione su Bolzaneto 2001


Notizia del 11/09/2013 - ROMA
Letto (1565 volte)
 Stampa questo articolo


Nella caserma di Bolzaneto, nei giorni successivi al G8 di Genova del 2001, il "clima" fu quello di un "completo accantonamento dei principi-cardine dello Stato di diritto". Lo scrive la quinta sezione penale della Cassazione, nelle motivazioni della sentenza emessa il 14 giugno scorso, a carico degli imputati per le violenze sui no-global.

La Corte confermò la prescrizione dei reati per 33 imputati, la condanna di 7 e pronunciò 4 assoluzioni, riducendo in parte, per ragioni procedurali, i risarcimenti alle vittime.

Secondo la Cassazione la caserma di Bolzaneto si trasformò in una sorta di "carcere provvisorio". Non solo: la "scarsità degli interventi sporadicamente verificatisi da parte di singoli agenti, a favore di questo o di quel detenuto - si legge ancora nella sentenza depositata oggi - lungi dal dimostrare che in altri casi analoghi interventi avessero avuto insuccesso, è piuttosto la riprova dell'atmosfera di soverchiante ostilità creatasi nel sito in danno degli arrestati".

Furono "vessazioni" "continue e diffuse in tutta la struttura" quelle a cui vennero sottoposti i no-global reclusi nella caserma di Bolzaneto nei giorni successivi al G8 di Genova del 2001. Lo sottolinea la quinta sezione della Cassazione, nelle motivazioni della sentenza con cui confermò la responsabilità di gran parte degli imputati - poliziotti, carabinieri, agenti e medici penitenziari - già sancita dalla Corte d'appello di Genova.

Non si trattò di "momenti di violenza che si alternavano a periodi di tranquillità - osservano gli "ermellini" - ma dell'esatto contrario". "Non risulta - continuano gli "alti giudici" - che vi fossero singole celle da riguardare come oasi felici nelle quali non si imponesse ai reclusi di mantenere la posizione vessatoria, non volassero calci, pugni o schiaffi al minimo tentativo di cambiare posizione, non si adottassero le modalità di accompagnamento nel corridoio (verso i bagni o gli uffici) con le modalità vessatorie e violenze riferite dai testi".

Nella sentenza si ricorda, ad esempio il caso di una ragazza condotta al bagno, costretta a mantenere il "capo chino all'altezza delle ginocchia" con la "torsione delle braccia dietro la schiena", mentre, al suo passaggio "poliziotti ai lati" continuavano con "percosse e insulti". L'agente (donna) che accompagnava la detenuta non fece desistere i colleghi, ma invitò la ragazza a "stare attenta a non cadere quando un agente le aveva fatto lo sgambetto".

L'Unità

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

5 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

6 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

7 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone

8 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

9 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma

10 Infame spia degli sbirri: così è iniziato il tentativo di rivolta al carcere minorile di Milano


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

6 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

7 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

8 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

9 Operazione Onda Blu: NIC Polizia Penitenziaria arresta a Crotone due evasi da Voghera

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera