Novembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2017  
  Archivio riviste    
Sgominata banda di detenuti "bulli" nel carcere di Lecce

Polizia Penitenziaria - Sgominata banda di detenuti


Notizia del 01/06/2015 - LECCE
Letto (3359 volte)
 Stampa questo articolo


Una "cupola" nel carcere di Lecce. Con pestaggi e spedizioni punitive imponeva la propria egemonia all'interno di una sezione di Borgo "San Nicola". Un'alleanza sigillata da un gruppo di undici detenuti - composto da leccesi, brindisini ed un barese - per punire chiunque osava opporsi. Ricorrendo sistematicamente a intimidazioni e rappresaglie.

Spesso anche molto violente. Uno spaccato di vita carceraria condensato nell'avviso di conclusione delle indagini preliminari notificato giorni fa a Gianluca Fuso, 40enne e Marco De Tommasi, di 38, entrambi leccesi; Antonio Mogavero, 31 anni, di Campi Salentina; Massimiliano Cordella, 35enne di Nardò; Giuseppe Galiano, 41enne di Mesagne; Luigi Colangelo, 31, di Trani; Pietro Guarnieri, 41enne, di Ostuni; Giovanni Gasbarro, 39enne e Cosimo Rodia, 32, entrambi residenti a Francavilla Fontana; Mario Sciolti, 23enne e Annibale Scolti, di 33, questi ultimi di Fasano. L'accusa, per tutti, è di violenza privata aggravata. Alcuni, invece, rispondono anche di lesioni personali aggravate.

L'inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Roberta Licci, è stata messa in moto dalle denunce di alcuni detenuti. Ormai esasperati per le continue aggressioni subite hanno deciso rompere il silenzio e abbattere il muro dell'omertà. Intimidazioni andate avanti per circa tre mesi. Da marzo a maggio di un anno fa. Diversi gli episodi accertati. Per i motivi più disparati. Contro alcuni detenuti affinché chiedessero il trasferimento in altri reparti o per costringere altri reclusi ad accogliere determinati compagni nella propria cella. C'è poi il caso di un detenuto malmenato perché ritenuto colpevole di essersi macchiato di reati giudicati infamanti.

Lo stesso trattamento sarebbe stato riservato ad un altro detenuto. Non sarebbe stato gradito il ritrovamento di alcuni grammi di marijuana nella sua cella. Venne così punito. Con calci e pugni. C'è poi l'intimidazione ad un giovane di inscenare una protesta per la qualità del vitto somministrato dall'Amministrazione Penitenziaria.

Se si fosse opposto sarebbe stato picchiato. A quasi un anno di distanza alcuni dei presunti responsabili dei pestaggi sono stati trasferiti. Non si trovano più a Borgo "San Nicola". Un provvedimento resosi necessario in virtù del clima di soggezione e di terrore che si era ormai diffuso tra gli stessi detenuti. Gli indagati sono assistiti d'ufficio dagli avvocati Giovanni Erroi, Vincenzo Pennetta, Evelina Pascariello, Salvatore Piccolo, Silvio Giaridiniero, Enrico Cimmino, Michela Mazzotta, Lavinia Gala, Silvio Verri e Giacinto De Spirito.

Corriere Salentino

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Incidente stradale a Sassari, muore Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Bancali

2 Detenuto infilza due Poliziotti penitenziari con un tubo divelto dal bagno: colpiti alla schiena e al braccio

3 Si costituisce nel carcere di Bollate, Giuseppe Morabito: era ricercato per traffico internazionale di droga

4 Collaboratore di giustizia rivela: in carcere ho scalato la gerarchia della ''ndrangheta e sono diventato padrino

5 E'' deceduto il detenuto ferito con cinque colpi di pistola all''uscita del carcere di Secondigliano

6 Riforma Madia, drastico taglio del personale di Polizia Penitenziaria in Lombardia

7 Trovati due telefoni cellulari nel carcere di Milano Bollate

8 Detenuti o in misura alternativa al lavoro nei Tribunali. Sappe: non sarebbe meglio impiegarli in altri lavori?

9 Il video di Michele Zagaria in carcere al 41-bis registrato durante il colloquio con le donne arrestate oggi

10 Arrestata la moglie di Salvino Madonia: teneva i contatti con i 41-bis per riorganizzare cosa nostra


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Assistente Capo della Polizia Penitenziaria si è suicidato con la pistola d''ordinanza nel carcere di Tolmezzo

2 L''unica speranza del Corpo: l''unificazione con la Polizia di Stato

3 Finalmente il DAP ammette la propria inettitudine. " ... siamo sterili, fini a noi stessi e senza obiettivi.”

4 Istituire un Dipartimento Esecuzione Penale e, se serve, diventare Polizia di Stato

5 In corso operazione del NIC della Polizia Penitenziaria: arrestate le mogli dei fratelli del capoclan dei Casalesi Michele Zagaria

6 Gianfranco De Gesu e Anna Internicola, marito e moglie ai vertici del Provveditorato Sicilia: interrogazione parlamentare Onorevole Polverini

7 Polizia Penitenziaria arresta islamico in carcere il giorno della sua scarcerazione: algerino istigava altri detenuti al jihad nel penitenziario di Nuoro

8 DIA e NIC della Polizia Penitenziaria smantellano struttura del casalesi utilizzata per recapitare lo stipendio ai detenuti

9 Ho visto cose che voi umani …

10 Decreto Legislativo n.81/2008: Priorità all''ordine e alla disciplina ma senza tralasciare la sicurezza del posto di lavoro