Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Sgominata banda sfruttamento della prostituzione: Indagini partite dalla Polizia Penitenziaria

Polizia Penitenziaria - Sgominata banda sfruttamento della prostituzione: Indagini partite dalla Polizia Penitenziaria


Notizia del 03/07/2014 - BERGAMO
Letto (1676 volte)
 Stampa questo articolo


Costretta a prostituirsi il giorno dopo aver partorito. E’ uno degli episodi più truci e inquietanti raccontata da una ragazza agli inquirenti che hanno smantellato le gang della prostituzione che operavano fra Lallio, Osio, Boltiere, Dalmine e Bergamo.

Questa mattina infatti i Carabinieri del Comando Provinciale di Bergamo hanno datoesecuzione a 47 provvedimenti cautelari emessi dal GIP del Tribunale di Bergamo nei confronti degli appartenenti a cinque gruppi criminali composti da soggetti di etnia rumena, albanese ed italiana dediti al favoreggiamento ed allo sfruttamento della prostituzione nella provincia di Bergamo.

Dei 47, 8 sono in cella, 8 ai domiciliari, 8 hanno obbligo di dimora, mentre gli altri sono latitanti e con ogni probabilità sono fuggiti all’estero.

L’indagine iniziata nel mese di gennaio del 2013 ha permesso di scoprire che due albanesi era a capo delle gang e riuscivano a controllare il traffico della prostituzione nientemeno che dal carcere. Una perquisizione da parte della Polizia Penitenziaria ha infatti permesso di scoprire all’interno della cella dei due albanesi persino una carta telefonica (sim).

Sette italiani erano invece gli «autisti», accompagnavano cioè le ragazze sulle piazzole, ricevendo dalle organizzazioni il compenso di 30 euro a prostituta.

Le associazioni erano strutturate gerarchicamente con a capo i “proprietari” dei luoghi (piazzole) ove le ragazze venivano collocate e fatte prostituire, poi vi erano i “controllori” che evitavano intromissioni di altri gruppi criminali rivali e gli addetti alla riscossione del denaro dovuto per l’occupazione delle piazzole; quindi vi erano gli sfruttatori che facevano prostituire le loro “dipendenti” dopo aver pagato agli “esattori” fino a 350 euro a settimana per ogni ragazza.

Dai racconti delle ragazze sono emersi particolari raccapriccianti ed episodi di inaudita violenza, come appunto la costrizione della donna che aveva appena partorito di tornare in strada. Uno degli aguzzini aveva addirittura un profilo Facebook dove si era autodefinito «trafficante di carne umana».

ecodibergamo 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Circolare del GOM: togliete le foto da Facebook, è in atto una schedatura dei Poliziotti

2 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 Giuseppe Simeone, sostituto commissario al Dap, 59 anni, stroncato da un infarto

5 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

6 Diventa anche tu Capo del DAP!

7 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

8 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

9 C’era una volta la sentinella

10 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento