Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Si spaccia per poliziotto penitenziario,e riesce a entrare in casa per rapinare

Notizia del 07/07/2011 - FERRARA

Si spaccia per poliziotto penitenziario,e riesce a entrare in casa per rapinare

letto 2203 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Non è stato ancora trovato l’uomo che ha rapinato, domenica scorsa, una donna all’interno della sua abitazione minacciandola con un cutter. In carcere, invece, il suo complice arrestato dai carabinieri di Porto Garibaldi in flagranza di reato. Si tratta di un pregiudicato catanese di 35 anni M.S. che ora è a disposizione dell’autorità giudiziaria. Domenica intorno alle 11.15 i militari sono stati chiamati da alcuni cittadini perchè a Lido Estensi, ed esattamente in via Manzoni era in corso una rapina. I carabinieri sono intervenuti immediatamente ed intanto hanno visto che in una piccola via trasversale, precisamente via Zanella, vi era un gruppo di persone in palese stato di agitazione, già notati dai militari in servizio. Nello stesso tempo un poliziotto della questura di Ravenna, in vacanza ai Lidi, ha avvertito che due malviventi stavano cercando di darsi alla fuga con un’autovettura marca Mercedes modello Classe A di colore grigio metallizzato.

Dai primi accertamenti eseguiti dai militari è venuto fuori che M.S., assieme ad un complice, si era presentato davanti all’abitazione di proprietà di un titolare di un’agenzia immobiliare di Lido Estensi, al cui interno vi era la moglie, suonando il campanello e simulando la propria appartenenza al corpo della Polizia penitenziaria. Una volta dentro la coppia di rapinatori ha minacciato la donna con un cutter affinchè prelevasse il denaro ed i preziosi custoditi all’interno della cassaforte a muro presente all’interno dell’abitazione. La donna, nonostante lo spavento, è riuscita a divincolarsi ed uscire dall’abitazione chiedendo aiuto e facendo così fuggire la coppia di malviventi. I due uomini, dopo essersi impossessati di un orologio marca Rolex presente in casa (successivamente recuperato dai militari) hanno tentato di fuggire ma uno è stato fermato ed arrestato in flagranza di reato. Prima di finire in carcere a Ferrara, il malvivente è stato portato in ospedale perchè aveva subito alcune lesioni mentre tentava di scappare.

L’autovettura utilizzata per la fuga, ricercata per l’intera giornata su tutto il territorio provinciale dai carabinieri coordinati dal Comando provinciale di Ferrara, è stata ritrovata a Lido Nazioni e nei prossimi giorni sarà sottoposta agli accertamenti del caso.

Le indagini, naturalmente, proseguiranno, ininterrottamente, al fine di rintracciare il complice il quale risulta ricercato in tutta la provincia di Ferrara.

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

2 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria