Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Si spaccia per poliziotto penitenziario,e riesce a entrare in casa per rapinare

Notizia del 07/07/2011 - FERRARA

Si spaccia per poliziotto penitenziario,e riesce a entrare in casa per rapinare

letto 2158 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Non è stato ancora trovato l’uomo che ha rapinato, domenica scorsa, una donna all’interno della sua abitazione minacciandola con un cutter. In carcere, invece, il suo complice arrestato dai carabinieri di Porto Garibaldi in flagranza di reato. Si tratta di un pregiudicato catanese di 35 anni M.S. che ora è a disposizione dell’autorità giudiziaria. Domenica intorno alle 11.15 i militari sono stati chiamati da alcuni cittadini perchè a Lido Estensi, ed esattamente in via Manzoni era in corso una rapina. I carabinieri sono intervenuti immediatamente ed intanto hanno visto che in una piccola via trasversale, precisamente via Zanella, vi era un gruppo di persone in palese stato di agitazione, già notati dai militari in servizio. Nello stesso tempo un poliziotto della questura di Ravenna, in vacanza ai Lidi, ha avvertito che due malviventi stavano cercando di darsi alla fuga con un’autovettura marca Mercedes modello Classe A di colore grigio metallizzato.

Dai primi accertamenti eseguiti dai militari è venuto fuori che M.S., assieme ad un complice, si era presentato davanti all’abitazione di proprietà di un titolare di un’agenzia immobiliare di Lido Estensi, al cui interno vi era la moglie, suonando il campanello e simulando la propria appartenenza al corpo della Polizia penitenziaria. Una volta dentro la coppia di rapinatori ha minacciato la donna con un cutter affinchè prelevasse il denaro ed i preziosi custoditi all’interno della cassaforte a muro presente all’interno dell’abitazione. La donna, nonostante lo spavento, è riuscita a divincolarsi ed uscire dall’abitazione chiedendo aiuto e facendo così fuggire la coppia di malviventi. I due uomini, dopo essersi impossessati di un orologio marca Rolex presente in casa (successivamente recuperato dai militari) hanno tentato di fuggire ma uno è stato fermato ed arrestato in flagranza di reato. Prima di finire in carcere a Ferrara, il malvivente è stato portato in ospedale perchè aveva subito alcune lesioni mentre tentava di scappare.

L’autovettura utilizzata per la fuga, ricercata per l’intera giornata su tutto il territorio provinciale dai carabinieri coordinati dal Comando provinciale di Ferrara, è stata ritrovata a Lido Nazioni e nei prossimi giorni sarà sottoposta agli accertamenti del caso.

Le indagini, naturalmente, proseguiranno, ininterrottamente, al fine di rintracciare il complice il quale risulta ricercato in tutta la provincia di Ferrara.

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

2 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

3 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

4 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

5 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

8 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

9 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

10 Cinque posti da procuratore DNA a Roma: concorrono anche Alfonso Sabella, Francesco Cascini e Calogero Piscitello


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

4 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

5 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario