Giugno 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Giugno 2017  
  Archivio riviste    
Soldi, droga e telefonini nel carcere di Padova: assolta l''avvocatessa accusata di consegnare materiali proibiti ai detenuti

Polizia Penitenziaria - Soldi, droga e telefonini nel carcere di Padova: assolta l''avvocatessa accusata di consegnare materiali proibiti ai detenuti


Notizia del 17/09/2016 - PADOVA
Letto (1491 volte)
 Stampa questo articolo


In primo grado era stata condannata a due anni, sospesi. Nella mattinata di venerdì 16 febbraio la Corte di Appello di Venezia l'ha assolta da tutte le accuse. "Il fatto non costituisce reato". Una vittoria su tutta la linea per l'avvocato Michela Marangon, 43 anni, di Porto Viro, nota e stimata nella sua città, a Rovigo, in Polesine e fuori provincia.

"L' avvocato Michela Marangon - dice il collega Luigi Migliorini, suo difensore assieme a Cristina Mazzucco, che ha strappato per lei l'assoluzione -  ha vissuto un incubo kafkiano in questa vicenda. La sentenza di primo grado le è sembrata un macigno che la schiacciasse. Noi abbiamo tentato di tranquillizzarla dicendole che a nostro avviso questa vicenda era una palla di neve e con i primi solo di settembre si è verificata la nostra previsione: la palla si è sciolta e Marangon esce definitivamente a testa alta dal processo".

La vicenda era esplosa a luglio 2014, quando erano scattati arresti e denunce a piede libero. Marangon era stata messa anche ai domiciliari, per poi essere subito liberata dal Tribunale del Riesame. Il suo studio era stato perquisito. La sua posizione era marginale, nell'ambito della maxi inchiesta. Quest'ultima era incentrata su una serie di traffici proibiti che avrebbero avuto come centro il carcere dei Due Palazzi di Padova.

Qui, con la complicità di alcune guardie carcerarie, dietro compenso ai detenuti sarebbe stato fatto arrivare materiale pornografico, cellulari, pennette usb, personal computer e altro. A Marangon venivano contestati unicamente tre vaglia in tutto da alcune centinaia di euro, che sarebbero stati inviati alla moglie di una delle guardie penitenziarie.

In primo grado, al termine del processo con rito abbreviato, era arrivata una condanna a due anni, sospesi col beneficio della condizionale. Nella mattinata di venerdì 16 febbraio, dopo tre udienze di fronte alla Corte di Appello di Venezia, è arrivata la sentenza. Una sentenza che ha ribaltato del tutto la pronuncia di primo grado, con una assoluzione piena.

rovigooggi.it

Trovati 8 telefonini e schede sim negli armadietti dei poliziotti corrotti di Padova

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Bambino di 5 anni muore in piscina: il papà è un Agente della Polizia Penitenziaria

2 Una procura massonica guidata all''epoca da Giovanni Tinebra: lo sfogo di Fiammetta Borsellino

3 Ecco come Carabinieri e Polizia Penitenziaria hanno riacciuffato i tre evasi dal carcere di Barcellona PG

4 Detenuti protestano in nome di Allah: frattura al braccio per un Agente e altri Poliziotti penitenziari feriti nel carcere di Verona

5 Tragedia sfiorata: Poliziotto penitenziario trasferito in ospedale in codice rosso. Ferito in una rissa tra detenuti nel carcere di Porto Azzurro

6 Santi Consolo totalmente inadeguato al suo ruolo e carceri fuori controllo: conferenza stampa al Senato

7 Matrimonio tra Poliziotta penitenziaria e detenuto: lei lo aiutò ad evadere dal carcere svizzero

8 Uccise anche il Generale Dalla Chiesa: ora Antonino Madonia vuole lo sconto di pena per trattamento inumano in carcere e la Cassazione la ritiene una legittima richiesta

9 Nostro fratello Mormile ucciso dall''accordo tra DAP e servizi segreti: testimone di colloqui tra Stato e boss mafiosi nel carcere di Parma

10 Detenuto Rachid Assarag a processo per violenza e oltraggio all''Ispettore di Polizia Penitenziaria di sorveglianza nel carcere di Imperia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Perché tanta attenzione all’USPEV e nessuna considerazione per NIC e GOM?

2 Adesso che è legge il reato di "tortura" sicuramente abbiamo risolto il problema ... quindi se facciamo una legge contro l''imbecillità la debelliamo dal Paese?

3 Riordino delle carriere: le tabelle e tutto quello che c’è da sapere

4 Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta uno degli evasi di Barcellona P.G.

5 Altro successo del NIC: presi tutti gli evasi di Barcellona PG

6 Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta i favoreggiatori dell''evasione di Rebibbia

7 Il malessere del Corpo in una lettera a un quotidiano di Alessandria

8 Le discutibili relazioni tra Dap, Radicali e Associazioni di Volontariato denuciate dal Senatore Di Maggio

9 Lettera aperta di Capece a Rita Bernardini

10 Fiamme Azzurre, nuova stagione olimpica e nuova location per la preparazione di Anna Cappellini e Luca Lanotte