Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Soldi per ampliare le carceri "Ma non apriranno mai, manca il personale"

Polizia Penitenziaria - Soldi per ampliare le carceri


Notizia del 21/05/2011 - BOLOGNA
Letto (2053 volte)
 Stampa questo articolo


I nuovi padiglioni carcerari annunciati dalla regione Emilia Romagna per far fronte all’emergenza sovraffollamento rischiano di restare chiusi. Lo fa notare il Sappe, il sindacato autonomo della polizia penitenziaria, che da tempo denuncia la carenza di personale negli istituti penitenziari nazionali, dove mancano 6.500 agenti. L’ampliamento degli istituti regionali ha avuto il via libera oggi con la firma congiunta del presidente Vasco Errani e di Franco Ionta, Commissario delegato per il Piano carceri, e prevede cinque nuovi padiglioni detentivi, per un totale di mille posti. Ma “se la costruzione di nuove strutture – commenta Gian Battista Durante, segretario del Sappe – non sarà accompagnata da un aumento degli agenti che le facciano funzionare, rimarranno chiuse, come lo sono già alcune strutture della regione a Parma, Forlì e Rimini”.

Il provvedimento è stato giudicato insufficiente anche dai consiglieri regionali di Sel Gian Guido Naldi e Gabriella Meo che, pur condividendo l’impegno della Regione, ricordano che la costruzione di nuovi padiglioni non basta a risolvere il problema carceri. Secondo i due consiglieri bisogna anche stanziare fondi per la manutenzione, aumentare il numero degli agenti, predisporre gli spazi e dare incentivi per il lavoro esterno.

Le carceri interessate sono quelle di Bologna, Ferrara, Parma, Reggio Emilia e Piacenza (qui i lavori sono già partiti a marzo scorso). Ogni carcere avrà un nuovo padiglione che costerà 11 milioni di euro, per spesa di 55 milioni di euro. “Ogni struttura andrà ad ampliare quelle già esistenti- spiega il commissario Ionta – e avrà quattro cortili di passeggio e una capienza di 200 detenuti. I nuovi padiglioni saranno edificati in tempi rapidi secondo le disposizioni urgenti per la realizzazione di istituti penitenziari stabilite per il Piano carceri”.

La Dozza di Bologna, per esempio, vede la presenza di 1.124 detenuti, nonostante la struttura sia stata realizzata per 497 detenuti a regime regolamentare, e 903 a regime di massima tollerabilità.

Il primo cantiere, quello di Piacenza, è già avviato. A breve dovrebbe essere pronto il bando di gara per la realizzazione dei padiglioni delle altre città e, un volta che i lavori saranno affidati, serviranno circa due anni per completarli.

Ionta si è inoltre impegnato per realizzare uno studio di fattibilità, in collaborazione con la Regione, per individuare una nuova struttura sanitaria che sostituisca l’attuale Opg di Reggio Emilia, che ospita 321 persone. Questo dovrebbe permettere di ospitare le persone che soffrono di disagio mentale che sono attualmente internate in un padiglione del carcere.

Vasco Errani ha espresso soddisfazione per “questa intesa, frutto di un lavoro intenso”, soprattutto perché “occorre fare sempre di più per garantire diritti, pieno rispetto, qualità di vita e di lavoro negli istituti carcerari del nostro paese”.

ilfattoquotidiano.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Dimezzata la Banda musicale della Polizia Penitenziaria: lo prevederebbe decreto collegato alla manovra finanziaria

2 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

3 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

4 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

5 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

6 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

7 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

8 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

2 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

3 Congedo programmato e malattia

4 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

5 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

6 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

7 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

8 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

9 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?

10 I richiami e le ipocrisie dell’Europa sulle carceri italiane