Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Sono vere le voci di un passaggio dei Carabinieri alla Polizia di Stato? Presidente COCER scrive al Comando Generale

Polizia Penitenziaria - Sono vere le voci di un passaggio dei Carabinieri alla Polizia di Stato? Presidente COCER scrive al Comando Generale


Notizia del 09/10/2013 - ROMA
Letto (5206 volte)
 Stampa questo articolo


E' sempre stata solo una voce, prima sussurrata, poi sempre più insistente fino a diventare un interrogativo pressante (e preoccupante) che questa volta veste i panni del generale di Brigata Giovanni Antolini.

LEGGI LA LETTERA DEL GENERALE DI BRIGATA DEI CARABINIERI GIOVANNI ANTOLINI

Antolini, delegato della Rappresentanza militare, in una durissima mozione dal titolo "Quousque Tandem?" - abbreviazione della celebre locuzione latina [I]Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?[/I] (Fino a quando dunque, Catilina, abuserai della nostra pazienza?) - chiede direttamente al Comandante Generale dell'Arma dei carabinieri «di comunicare ufficialmente cosa c'è di vero circa l'ipotesi di confluenza dell'Arma nella Polizia di Stato ed in che termini si sta proponendo ovvero di smentire, personalmente ed ufficialmente, queste voci deleterie ma universalmente ricorrenti che ormai hanno inculcato la convinzione di fondatezza dell'ipotesi.»

La mozione che intende ottenere chiarezza, dai massimi livelli della Benemerita, non è certo tenera; il Comando Generale è raffigurato come «onnipotente ed onnisciente, più lontano dalla base della Regina Maria Antonietta (quella delle Brioches!) dal suo popolo, chiuso nella sua "Turris Eburnea" (torre d'avorio, [I]ndr[/I]) rimane arroccato nei suoi piani nobili (ove si accede digitando una combinazione di numeri segreti) e chiunque tenti un approccio con quei piani avverte con lapalissiana evidenza, come ivi si consideri l'Arma a servizio del Comando Generale e non il contrario».

La mozione del generale di Brigata Antolini è un aperto j'accuse a tutta la gestione dell'Arma

«I trasferimenti, avanzamenti etc. - scrive Antolini - , vengono adottati con norme e procedure criptate che poco si attagliano a quelle di un'Amministrazione dello Stato che dovrebbero essere improntate a criteri di equità e di limpidezza, per non parlare del Fondo di Assistenza la cui trasparenza è più opaca di una lastra di piombo».

«Tagli per finti risparmi, sprechi di personale e di denaro andrebbero ragionati anche con gli organismi di rappresentanza nonché con i reparti interessati che possono dare suggerimenti onde evitare i soliti ricorrenti inconvenienti tipicamente prodotti dalle decisioni prese da lontano e dai saccenti, miopi burocrati».

Antolini fa riferimento ad un collega generale (Corsini) che, a suo dire, «pur di tutelare i Carabinieri nei loro irrinunciabili diritti ha subito la destituzione e l'allontanamento, mentre ora abbiamo l'impressione contraria ossia che l' Arma sia lo strumento sacrificato "Per Troppi" alla carriera ed alla sistemazione personale.»

L'accusa di immobilismo

«In un periodo di blocco salariale - incalza il generale Antolini -, grande preoccupazione e tensione in tutta l'Arma, con diffusa sensazione perfino di inglobamento nella Polizia di stato, il Comando Generale appare come un messicano in siesta pomeridiana con il sombrero calato sul volto: nessuna comunicazione ufficiale su ciò che si sta chiedendo, facendo, proponendo e ottenendo o meno: non sono cose che interessano tutto il resto dell'Arma??? L'Arma è di tutti noi, in ugual misura, con diverse funzioni ma parità di portafoglio azionario.»

«In conclusione - termina Antolini - ritengo che sia giunta l'ora, ed è già tardi, che si cominci ad accettare una franca collaborazione e ad impostare ogni provvedimento nell'ottica della trasparenza e della schiettezza anche quando si tratta di casi scomodi, diversamente occorrerà cambiare decisamente registro: chi ha orecchi da intendere intenda.»

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Circolare del GOM: togliete le foto da Facebook, è in atto una schedatura dei Poliziotti

3 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

4 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

5 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

6 Diventa anche tu Capo del DAP!

7 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

8 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

9 C’era una volta la sentinella

10 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento