Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Sovraffollamento, autogestione, carenza d'organico: le carceri in Honduras in mano ai detenuti

Polizia Penitenziaria - Sovraffollamento, autogestione, carenza d'organico: le carceri in Honduras in mano ai detenuti


Notizia del 06/08/2013 - ESTERO
Letto (2417 volte)
 Stampa questo articolo


Chi finisce nelle prigioni dell’Honduras non è sottoposto alle leggi dello stato, ma a quelle imposte dai prigionieri. Secondo un rapporto della commissione inter-americana dei diritti umani, in tutte e 24 le prigioni del paese sarebbero i prigionieri stessi a gestirsi, scegliendo i cosiddetti coordinatori, che stabiliscono le regole e determinano le sanzioni e che spesso appartengono a bande criminali. La notizia è stata riportata da Zeit Online che riporta i risultati del Rapporto della Commissione inter-americana dei diritti umani.

GUARDIE IMPOTENTI - Secondo il rapporto, il personale carcerario non sarebbe intervenuto ad arginare il fenomeno e molte delle sanzioni stabilite dai “coordinatori” sarebbero avvenute sotto gli occhi delle guardie. La commissione ha descritto il sistema carcerario come “inumano e corrotto”. I diritti dei carcerati vengono violati ripetutamente. Il sistema di sorveglianza dei prigionieri sarebbe così inadeguato che i carcerati potrebbero evadere in ogni momento, se solo decidessero di farlo. Questo problema è stato evidenziato principalmente per il carcere di San Pedro Sula.

CARCERI SOVRAFFOLLATE - Secondo il governo honduregno sono attualmente 12.263 le persone detenute nelle carceri del paese, che sono state progettate per ospitare solo 8.120 detenuti. Il sovraffollamento sarebbe riconducibile al fatto che la magistratura sta lavorando troppo lentamente, infatti circa la metà dei detenuti sarebbe in attesa di giudizio. Come se non bastasse, la corruzione all’interno delle carceri è molto diffusa, il personale troppo spesso non è sufficientemente addestrato e viene sopraffatto dai detenuti.

Le autorità carcerarie permettono ai detenuti di portare avanti i loro traffici se ciò porta loro profitto, inoltre donne e uomini non sarebbero adeguatamente separati all’interno delle carceri stesse. Queste condizioni hanno portato alla morte di 362 persone, quando nel 2012 scoppiò un incendio nel carcere di Comayagua. Secondo la commissione dei diritti umani, le autorità erano consapevoli del rischio elevato in caso di incendio dal 2004, ma nessuno aveva preso degli accorgimenti in merito a questo problema.

giornalettismo.com

Honduras: inviato l'esercito per ristabilire l'ordine nel carcere più grande in mano ai detenuti

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria, Orlando: per il 2017 altri 305 Agenti assunti in aggiunta a quelli già previsti

2 Poliziotto penitenziario blocca rapinatore: aveva appena rubato uno zainetto ad un vigilantes

3 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

4 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

5 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

6 Il Gip archivia le accuse contro gli Agenti penitenziari di Trento: non ci furono maltrattamenti nei confronti dei detenuti

7 Isola di Santo Stefano: inaugurata elisuperfice per iniziare il restauro del carcere

8 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

9 Catturato il detenuto marocchino che non era rientrato a Mamone dopo il lavoro esterno

10 Niente ventilatori nel carcere di Sollicciano: la rete elettrica del carcere non reggerebbe


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 In memoria dell''Appuntato del Corpo degli Agenti di Custodia Nerio Fischione, ucciso a Brescia durante tentativo di evasione nel 1974

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 L’estate del detenuto