Aprile 2020
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2020  
  Archivio riviste    
Sovraffollamento e piano carceri: la ricetta del DAP illustrata da Luigi Pagano

Polizia Penitenziaria - Sovraffollamento e piano carceri: la ricetta del DAP illustrata da Luigi Pagano


Notizia del 14/06/2013 - ROMA
Letto (3509 volte)
 Stampa questo articolo


Piano carceri e sovraffollamento: le soluzioni illustrate dal Vice Capo DAP Luigi Pagano.

“Il governo deve intervenire sulla legge ex Cirielli, che impedisce in caso di recidiva il ricorso alle misure alternative”. “Questa misura - spiega Luigi Pagano, vicedirettore del Dap e per molti anni direttore del carcere di San Vittore - insieme a buone idee e a un ammodernamento del circuito carcerario, può finalmente offrire una soluzione con-creta alla annosa questione del sovraffollamento”.

Dottor Pagano, cosa state facendo per rendere meno disumane le condizioni di vita dietro le sbarre?
“Stanno per aprire migliaia di nuovi posti. E nel contempo si ampliano gli spazi nelle prigioni che consentono ai carcerati di vivere in condizioni più umane”.

Si parla da anni di nuovi posti, ma non si vedono mai inaugurazioni. Può fare qualche esempio?
“Fra breve apriranno nuove strutture a Sassari e Cagliari. A Oristano e Tempio Pausania, sono già state aperte, poi apriranno a Voghera, Pavia e Cremona per un totale di 700 posti in Lombardia. Sono in corso ristrutturazione due reparti a San Vittore per altri 600 posti. Tra la fine di giugno e i primi di luglio saranno inaugurate nuove strutture a Reggio Calabria per altri 300 posti. Nuove strutture anche a Modena, nel Casertano per 200 posti, e poi a Catanzaro, 200 posti”.

A cosa si riferisce quando parla di buone idee?
“Mandare un centinaio di detenuti a lavorare a Pianosa, ad esempio. Attenzione, non si tratta di riaprire il carcere dell’isola toscana, ma di creare là attività lavorative di recupero”.

Cosa è previsto per il recupero sociale del carcerato, obiettivo previsto dalla Costituzione?
“L’intervento legislativo del governo deve aumentare il ricorso delle misure alternative. Si tratta sempre di “punizioni”, ma alternative alla cella, che consentono tra l’altro di offrire maggiore sicurezza alla società”.

In che senso?
“Le statistiche ci insegnano che tra quelli che escono dalla prigione, la recidiva è ottanta volte inferiore tra chi ha seguito percorsi di messa in prova e di misure alternative. Bisogna armonizzare tutti gli interventi. Interventi legislativi che incidano sugli ingressi in carcere, riducendoli. Nello stesso tempo si aumentano gli spazi nelle prigioni per far sì che i detenuti in cella si rechino solo per dormire. Infine, occorre coinvolgere imprenditori esterni, enti locali e società civile per reinserire i detenuti in un circuito lavorativo. Solo così le misure del governo potranno risolvere il problema del sovraffollamento”.

La Repubblica

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

2 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

3 Stipendi comparto Difesa e Forze dell''Ordine, arretrati a maggio, ecco le cifre

4 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

5 Detenuto scatenato a Santa Bona: feriti cinque agenti di Polizia Penitenziaria

6 I Carabinieri Nas alla Dozza. Mensa della penitenziaria nel mirino

7 I giudici litigano tra loro, 28 boss e affiliati escono dal carcere

8 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato

9 Caso Cucchi, carabiniere accusa colleghi: "Dopo botte scaricarono su penitenziaria"

10 Evaso detenuto di Opera, rischio terrorismo islamico. Ricercato in tutta Italia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Lavoro di Stato

3 Fermate il mal di vivere dei poliziotti penitenziari!

4 Dopo aver depotenziato il regime detentivo, ora si vogliono metter fuori altri detenuti

5 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

6 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

7 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

8 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

9 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco

10 Sindacalismo e Agenti di Custodia. Un’occasione per conoscere la nostra storia (*)